Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'ALLARME

Coronavirus, a rischio il Mobile World Congress di Barcellona?

La Gsma costretta a mettere a tacere in uno statement le voci su possibili problematiche legate all’evento considerata la forte presenza di aziende e delegazioni cinesi. “Tutto procede come previsto, attivate le misure necessarie”. Ma molto dipenderà dall’evoluzione dell’epidemia

29 Gen 2020

Mila Fiordalisi

Direttore

Il Mobile World Congress si farà, la situazione è sotto controllo”: in una nota ufficiale la Gsma – organizzatore della fiera mondiale in programma a Barcellona dal 24 al 27 febbraio – ha messo a tacere i rumors su possibili delay legati all’allarme coronavirus. La forte presenza di aziende cinesi – sempre più in vetta alle classifiche mondiali della telefonia mobile – e di delegazioni di manager provenienti dal Far East hanno scatenato timori e preoccupazioni. E sono circolate voci anche in merito all’eventualità di disdette importanti.

“Il prossimo Mwc di Barcellona procederà come previsto, dal 24 al 27 febbraio 2020, in tutti i luoghi di Fira Gran Via e Fira Montjuïc, tra cui YoMo e Four Years From Now – si legge nello statement -. La Gsma conferma che finora non ci sono stati impatti sulle registrazioni. Sollecitiamo fortemente gli espositori e i partecipanti a implementare linee guida e protocolli appropriati come suggerito dall’Oms e da altre autorità sanitarie per contenere e mitigare qualsiasi ulteriore diffusione del virus”.

WHITEPAPER
Omnicanalità e mobile experience non sono la stessa cosa. Scopri le strategie di mobile marketing
Marketing
Mobility

La Gsma da parte sua “seguirà le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità, nonché quelle applicabili messe in atto dal governo cinese e le raccomandazioni delle autorità sanitarie spagnole e tutti i protocolli; metterà a disposizione ulteriore personale medico per il supporto in loco durante la preparazione e durante l’evento; con Fira de Barcelona garantirà prodotti igienizzanti sufficienti in tutti i luoghi e attuerà altre azioni in linea con le raccomandazioni dei partner; darà supporto agli espositori che potrebbero non essere in grado di recarsi a Mwc.

Difficile però capire cosa accadrà realmente. L’evoluzione dell’epidemia e un eventuale inasprimento della diffusione del coronavirus potrebbero impattare non poco sull’evento di Barcellona, considerato che manca un mese esatto e che l’incertezza sul da farsi per molte aziende rischia di concretizzarsi nella decisione di non partecipare.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
coronavirus
M
mobile world congress
M
mwc

Articolo 1 di 4