Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA VERTENZA

Ericsson, incontro Calenda-Mirtillo: il 19 ottobre tavolo al Mise

Al centro dei colloqui i piani del Gruppo e le prospettive occupazionali dopo i 322 esuberi annunciati. Riunione tra sindacati e ministero fissata fra 2 settimane

05 Ott 2016

Andrea Frollà

Si terrà il 19 ottobre il tavolo di confronto fra sindacati e Mise sul progetto industriale di Ericsson. La decisione arriva al termine dell’incontro fra il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e Nunzio Mirtillo, amministratore delegato di Ericsson Italia. Al centro dei colloqui c’è stato l’esame delle prospettive generali del Gruppo nel quadro delle politiche di sostegno alla ricerca che il Governo sta varando.

Nel corso del colloquio il Ministro Calenda ha chiesto chiarimenti anche sulle prospettive occupazionali di Ericsson, soprattutto alla luce della fumata nera al tavolo sulla vertenza Ericsson che si è svolto il 12 settembre a Roma nella sede del Ministero del Lavoro e che coinvolge 322 lavoratori. I tagli recentemente annunciati da Ericsson, che ha avviato 3mila esuberi solo in patria, riguardano 291 persone in Ericsson Telecomunicazioni e 31 persone in Ericsson IT Solutions and Services e andranno a toccare le sedi di Roma (122 addetti), Erzelli a Genove (103) e Napoli (97).

L’incontro tra Calenda e il management si è dunque concluso con il tavolo di confronto, con il ministero chiamato a verificare assieme alle parti sociali il progetto industriale di Ericsson nel nostro Paese per i prossimi anni.

Articolo 1 di 3