L'OPERAZIONE

Ericsson compra Vonage, sul piatto 6,2 miliardi di dollari

Grazie all’acquisizione della società americana, la multinazionale svedese aiuterà le telco a monetizzare le applicazioni “on top” della rete

21 Lug 2022

F. Me.

Ericsson HQ, Kista
Ericsson HQ. Architect: Wingårdhs Arkitektkontor

Ericsson completa l’acquisizione di Vonage. Il takeover vale 6,2 miliardi di dollari, pari a 5,5 miliardi di euro, la più grande acquisizione di sempre per la multinazionale svedese che, grazie alla soluzioni di Vonage, potrà offrire  una suite completa di soluzioni di Communications Platform as a Service (CPaaS), UCaaS (Unified Communications as a Service) e CCaaS (Contact Center as a Service).

Sfruttando l’offerta Vonage CPaaS, Ericsson mira a trasformare il modo in cui le funzionalità avanzate della rete 5G vengono esposte, consumate e pagate. Ciò fornirà alla comunità globale degli sviluppatori un facile accesso alle funzionalità di rete 4G e 5G tramite Api (Application Program Interfaces) aperte.

Per accelerare la crescita delle soluzioni UCaaS e CCaaS di Vonage, Ericsson intende aumentare gli investimenti in ricerca e sviluppo. Inoltre integrerà le offerte di comunicazione esistenti per le piccole e medie imprese con le soluzioni Vonage UCaaS e CCaaS, che costituiranno una parte importante delle offerte di Ericsson sia per i provider che per le imprese.

“Siamo entusiasti di accogliere Vonage come parte di Ericsson. Con la suite di soluzioni di comunicazione di Vonage Ericsson amplierà ulteriormente la propria offerta – spiega il presidente e ceo Börje Ekholm – In futuro, le capacità di rete verranno utilizzate e pagate tramite Api di rete aperte, creando l’opportunità per un’innovazione senza precedenti. Abbiamo già lanciato la prima Api di rete, Dynamic End-user Boost, basata sull’infrastruttura 4G esistente. Con Vonage, ora svilupperemo e commercializzeremo queste nuove Api per il 5G”.

“Vonage è nata dall’innovazione ed è oggi un leader globale nelle comunicazioni cloud aziendali – dice il ceo Rory Read – Questa partnership rafforzerà la nostra offerta alle aziende di tutto il mondo sfruttando la leadership di Ericsson nel 5G, la presenza sul mercato globale e le solide capacità di ricerca e sviluppo. Con la domanda di Api UCaaS, CCaaS e Communications in rapida crescita, la combinazione di esperienza, talento e innovazione è una buona notizia per i nostri clienti e partner”.

La riorganizzazione

Vonage diventerà un’area di business separata all’interno del Gruppo Ericsson, denominata Business Area Global Communications Platform (Bgpc). Rory Read, attuale ceo di Vonage, viene nominato Senior Vice President e Head of Business Area Global Communications Platform e membro dell’Executive Team di Ericsson. Con il completamento della transazione, Vonage continuerà ad operare con il nome e il marchio esistenti.

INFOGRAFICA
I Trend 2022 per l’UC&C: come rendere smart la comunicazione aziendale
Networking
Telco

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

B
Börje Ekholm

Aziende

E
ericsson
V
Vonage

Approfondimenti

A
Api

Articolo 1 di 4