BANDA ULTRALARGA

Fibra, Intred rileva Connecting Italia: avanti tutta sull’espansione

Sottoscritto un accordo vincolante con Aliedo per l’acquisizione del 100%. Il ceo Peli: “Puntiamo a replicare il successo ottenuto con l’integrazione di Qcom nel 2020, aumentando la dimensione del nostro business e migliorando la marginalità della società grazie alla migrazione progressiva della clientela sull’infrastruttura proprietaria”. Scatta il countdown per il rinnovo del cda: Protto al timone

Pubblicato il 30 Gen 2024

Domenico Aliperto

banda ultralarga, fibra

Intred ha sottoscritto un accordo vincolante con Aliedo, da cui l’operatore di telecomunicazioni acquisirà il 100% del capitale sociale di Connecting Italia, società con sede legale a Milano che svolge attività di sviluppo, produzione, commercio, offerta, fornitura e manutenzione dei servizi di telecomunicazione e, in particolare, servizi di telefonia e trasmissione dati a banda larga.

L’operazione nella strategia di crescita di Intred

“Questa nuova acquisizione si inserisce nell’ampio piano di sviluppo e consolidamento dell’attività di Intred sul territorio lombardo, rappresentando un importante tassello nella strategia di crescita che prevede un piano di espansione per linee esterne e una diversificazione ed ampliamento dell’offerta commerciale”, spiega Daniele Peli, co-founder e amministratore delegato di Intred. “Con l’acquisizione di Connecting intendiamo replicare il successo avuto con l’integrazione di Qcom, avvenuta nel 2020, aumentando la dimensione del nostro business e migliorando al contempo la marginalità della società acquisita grazie alla migrazione progressiva della clientela sulla infrastruttura proprietaria. La riconosciuta competenza di Connecting che ha un focus specifico sulla clientela business con maggiore redditività, permetterà di consolidare il ruolo di Intred in Lombardia e il conseguimento di naturali economie di scala sul territorio”.

WHITEPAPER
I 26 settori industriali che potranno essere trasformati grazie all’Industrial 5G: la guida 2023!
Network Security
Protocolli IoT

Davide Sanvito, founder e amministratore delegato, aggiunge: “Siamo profondamente convinti dell’importanza di questa operazione: diventare parte integrante di una realtà prestigiosa come Intred rappresenta per la nostra azienda un significativo potenziamento del percorso di crescita, offrendoci l’opportunità di affrontare congiuntamente le sfide future, consolidando il nostro impegno per un successo duraturo”.

Protto verso la leadership

L’operazione arriva a circa due mesi dalla nomina dell’ex Ad di Retelit, Federico Protto, a direttore generale di Intred. Il manager è candidato al ruolo di amministratore delegato del gruppo, ma bisogna attendere l’assemblea chiamata ad approvare il bilancio 2023 e contestualmente a deliberare in merito alla nomina del nuovo Consiglio di amministrazione e alla relativa indicazione di Protto alla guida della società.

“Sono orgoglioso di entrare a fare parte della squadra di Intred. La società ha creato grande valore negli ultimi anni, grazie anche alla quotazione in Borsa, ed è esempio e modello di ottima gestione e sviluppo sostenibile”, aveva commentato a caldo Protto. “Condivido con Daniele Peli l’ambizione di espandere ulteriormente il business in Italia e all’estero, e di rendere il posizionamento di Intred sempre più centrale nel panorama delle telecomunicazioni nazionali e internazionali”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5