Iliad lancia il cambio offerta: si passa al pacchetto Giga 120 con un click - CorCom

LA NOVITA'

Iliad lancia il cambio offerta: si passa al pacchetto Giga 120 con un click

Gli utenti possono effettuare la procedura dalla propria Area Personale: disponibili 120 GB, 5G e minuti e sms illimitati a soli 9,99 euro al mese, senza vincoli e senza costi nascosti

02 Set 2021

F. Me

Arriva il cambio offerta Iliad. Da oggi gli utenti della compagnia possono effettuare il cambio offerta a favore della Giga 120, l’offerta Iliad con 120 GB, 5G incluso, minuti e sms illimitati, a soli 9,99 euro al mese, senza vincoli e senza costi nascosti.

“Molti utenti Iliad hanno richiesto questa funzionalità per poter approfittare delle offerte sempre più generose lanciate dall’operatore – si legge in una nota – E Iliad, da sempre all’ascolto dei propri utenti,  comunica con grande soddisfazione l’implementazione di questa nuova funzionalità che in modo totalmente gratuito e in pochissimi click, permette a tutti gli utenti iliad di accedere all’offerta di punta direttamente online tramite la propria Area Personale, accessibile dal sito di Iliad”.

Iliad propone anche nel caso del cambio offerta, tariffe che non subiranno aumenti nel tempo.

Coloro  che hanno attivato un’offerta iliad, oltre 7,8 milioni di utenti in Italia, possono infatti richiedere, da oggi, di sostituire la tariffa sottoscritta in prima battuta, con la Giga 120 con 5G incluso mantenendo il proprio numero e direttamente dalla propria Area Personale. La nuova offerta sarà automaticamente sottoscritta e risulterà attiva dal momento del rinnovo mensile successivo alla richiesta.

Il cambio offerta è gratuito per tutti gli utenti. Coloro che hanno già sottoscritto un’offerta iliad a 9,99 euro al mese senza 5G, potranno così ottenere il 5G e più GB per navigare, senza alcun costo aggiuntivo.

La novità arriva a qualche settimana dall’annuncio con cui Iliad comunicava di aver raggiunto il break-even: dopo solo 3 anni di attività la compagnia ha infatti registrato nei primi sei mesi del 2021 un EbitdaL positivo per 6 milioni e chiuso  il periodo con 600.000 nuovi utenti, realizzando un fatturato pari a 383 milioni di euro (+22,9% anno su anno).

Dopo tre anni di attività, dunque, Iliad è a quota 7,8 milioni di utenti mobili in Italia, per una quota di mercato pari al 10%.

Gli investimenti nel semestre sono pari a 200 milioni di euro e lo sviluppo della rete radio mobile continua con il raggiungimento di 7.800 siti attivi, in linea con l’obiettivo di circa 8.500 siti attivi entro la fine dell’anno in corso.

Forte di questi risultati Iliad di appresta a partecipare al progetto di infrastrutturazione a banda ultralarga dell’Italia: Iliad si prepara a debuttare in grande nel mercato del fisso e scende in campo in FiberCop, la newco wholesale di Tim.

Iliad ha siglato con Tim un accordo sulla stregua di quello che vede protagonista Tiscali, andandosi dunque ad affiancare agli altri soci, ossia il fondo americano Kkr (37,5%) e Fastweb (4,5%) nel progetto che punta a coprire in Ftth il 75% delle aree grigie e nere del Paese entro il 2025. Ma se nell’ambito dell’accordo fra FiberCop e Tiscali è prevista la la possibilità di un eventuale ingresso di Tiscali nell’azionariato della newco wholesale per il momento Iliad non si spinge in questa direzione.

“L’accordo è una conferma dell’impegno di iliad a effettuare investimenti per contribuire alla digitalizzazione del Paese e offrire connettività di alta qualità con offerte semplici e trasparenti”, si leggeva nella nota congiunta Tim-Iliad che annuncia l’accordo. “Per Tim l’intesa raggiunta conferma l’efficacia del modello del co-investimento. Questo modello consente a tutti gli operatori interessati di partecipare allo sviluppo della fibra ottica in Italia in un quadro di competizione infrastrutturale che accelera il superamento del digital divide su scala nazionale. Inoltre, permette la migrazione delle famiglie e delle imprese verso connessioni ultra-broadband con velocità superiori a 1 Gigabit al secondo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

I
iliad

Articolo 1 di 5