L’ACCORDO DECENNALE

Iliad sempre più green: 48 GHw all’anno da fonti rinnovabili

Siglato un power purchase agreement con Statkraft. Dal 2025 la telco potrà contare sull’energia proveniente da un impianto fotovoltaico del Lazio. L’Ad Levi: “Importante traguardo nel nostro percorso di sostenibilità ambientale e primo passo verso l’obiettivo 2035 di garantire il 50% di approvvigionamento dei consumi energetici da fonti rinnovabili proveniente da PPA”

Pubblicato il 13 Feb 2024

benedetto levi

Iliad accelera con il Piano per il clima con l’obiettivo di ridurre le emissioni di carbonio e decarbonizzare l’approvvigionamento energetico. E nell’ambito di questo impegno l’azienda ha già raggiunto due importanti obiettivi: l’SBTi ha convalidato il percorso di riduzione delle emissioni di carbonio e, insieme a quello italiano, sono stati firmati altri due Purchase Power Agreement (PPA) in Francia e Polonia, per una capacità energetica totale di 89,5 MW.

La roadmap per la lotta al cambiamento climatico

Iliad accelera dunque sulla roadmap green e già dal 2025 potrà contare su 48 Gwh di energia “pulita” all’anno proveniente da un impianto fotovoltaico del Lazio che consentirà di aumentare la capacità a livello nazionale. Il tutto a seguito del power purchase agreement decennale siglato con Statkraft, il principale produttore di energia rinnovabile in Europa. 

“L’accordo rappresenta un importante traguardo nel nostro percorso della sostenibilità ambientale ed è un primo passo verso l’obiettivo al 2035 di garantire il 50% di approvvigionamento dei consumi energetici diretti provenienti da fonti rinnovabili tramite accordi PPA – sottolinea l’Ad di Iliad Benedetto Levi -. Oggi più che mai è necessario compiere azioni credibili e virtuose per la lotta al cambiamento climatico, per noi e per le future generazioni. L’accordo siglato con Statkraft è un segno tangibile del nostro impegno ad essere sempre più puliti in termini energetici e a voler ridurre l’impatto della nostra attività sul clima e sull’ambiente”.

Da parte sua Bernardo Ricci Armani, country manager Italy di Statkraft, si dice più che soddisfatto di un accordo che conferma la capacità dell’azienda nell’essere “un partner affidabile per operatori leader in differenti settori industriali, tra cui quello fondamentale delle telecomunicazioni”.

Taglio di CO2 per più di 11mila tonnellate l’anno

Con una potenza nominale di 27,9 Megawatt l’impianto fotovoltaico di nuova costruzione ubicato ad Aprilia in provincia di Latina, ogni anno avrà una produzione stimata di 48 Gigawattora di energia elettrica 100% rinnovabile, equivalente alla quantità di energia necessaria a coprire il consumo medio annuale di 18.000 famiglie di quattro persone, ossia come quello di una piccola città come Ragusa o Cremona.

Il nuovo impianto sarà operativo già nel corso del 2024 e permetterà di risparmiare ogni anno l’emissione di circa 11.800 tonnellate di CO2.

Con il nuovo impianto, inoltre, saranno prodotte le garanzie di origine certificate da Ekoenergy, eco-etichetta internazionale per l’energia 100% rinnovabile che ne valida la sostenibilità rispetto al potenziale impatto sulla fauna e sul territorio.

Il piano green del Gruppo Iliad

L’accordo con Statkraft si inserisce all’interno dell’ampio progetto strategico che vede l’operatore di Tlc impegnato a soddisfare la propria fornitura di energia elettrica rinnovabile e a sostenere al contempo l’installazione di nuova capacità elettrica green nel Paese, assicurando nel lungo termine energia ad un prezzo competitivo. Iliad punta a raggiungere la Net Zero per lo Scope 1 e 2 – ossia zero emissioni dirette e indirette – entro il 2035. Con la sottoscrizione del PPA italiano, sostiene concretamente l’impegno n. 8 “Contribuire a creare maggiore capacità di energia rinnovabile” contenuto nella Strategia per il Clima lanciata dal Gruppo nel 2021.  Anche in Francia e Polonia sono stati sottoscritti accordi analoghi per una capacità energetica totale di 89,5 MW. Includendo l’elettricità acquistata nell’ambito del primo agreement del Gruppo firmato a gennaio 2023, si arriva ad una produzione totale di circa 140 GWh di energia elettrica da fonti rinnovabili, circa l’equivalente del consumo annuale di elettricità di una città come Padova. Di conseguenza, nel 2025 la quota del consumo diretto di energia elettrica del Gruppo coperta da energia rinnovabile derivanti da PPA sarà pari al 13%.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4