L'ASSEMBLEA

Inwit, il 4 ottobre il rinnovo del Cda: 3 liste sul tavolo

I soci Central Tower Holding Company, Daphne 3 e Priviledge Amber Event Europe hanno depositato i nomi dei candidati al nuovo board

13 Set 2022

Federica Meta

Giornalista

fusione-merger-accordo2

Depositate le liste per il rinnovo del cda di Inwit in vista dell’assemblea del 4 ottobre. Una lista è stata presentata dal socio Central Tower Holding Company che ha una partecipazione complessiva pari al 33,17% circa del capitale con diritto di voto ed è formata da: Pietro Angelo Guindani, Sonia Hernandez, Antonio Corda, Christine Landrevot, Nikolaus Rama, Paolo Favaro, Ana Diaz Cayetano, Christian Sommer, Thomas Reisten ed Angela Maria Cossellu.

Il socio Daphne 3, che ha una partecipazione complessiva pari al 30,2% del capitale con diritto di voto, insieme ad un gruppo di società di gestione del risparmio e investitori ed al socio Priviledge Amber Event Europe, che detengono complessivamente l’1,13836% circa del capitale sociale, hanno candidato: Oscar Cicchetti, Rosario Mazza, Stefania Bariatti, Quentin Le Cloarec, Elisabetta Paola Romano, Laurent Fayollas, Gonzague Marie Paul Noel Boutry, Jean-Jacques Dayries, Federica Rita Vasquez, Magali Chessé.

Daphne 3 propone, inoltre, di autorizzare i componenti del Consiglio di Amministrazione ad esercitare le attività di cui ai curricula vitae e alle liste degli incarichi ricoperti nelle altre società e di stabilire che il consiglio di amministrazione rimanga in carica per 3 esercizi, ossia fino alla data dell’assemblea dei soci della Società convocata per l’approvazione del bilancio di esercizio della Società al 31 dicembre 2024.

Le dimissioni di Giovanni Ferigo

Lo scorso agosto si è dimesso il consiglio d’amministrazione di Inwit ,l’amministratore delegato Giovanni Ferigo e quattro consiglieri non esecutivi: Giovanna Bellezza, Sabrina Di Bartolomeo, Rosario Mazza e Agostino Nuzzolo. La decisione segue al perfezionamento dell’accordo di cessione delle azioni di Daphne 3, holding che detiene una quota del 30,2% della societa delle torri, che Tim aveva concordato il 14 aprile con un consorzio di investitori guidato dal fondo Ardian.

A seguito del closing dell’operazione, “l’intero Consiglio si intende dimissionario – si leggeva in una nota di Inwit – ai sensi dell’art. 13.18 dello statuto sociale di Inwit, fermo restando che tali amministratori rimarranno in carica fino al momento in cui il Consiglio di Amministrazione sarà ricostituito per nomina assembleare”. Intanto per il 9 agosto è stata convocata la riunione del consiglio d’amminisitrazione in cui verrà decisa la data dell’assemblea degli azionisti che dovrà definire i nuovi vertici societari.

L’accordo per la cessione del controllo di Inwit divenuto operativo il 4 agosto dispone che Tim ceda al consorzio guidato da Ardian un’ulteriore quota del 41% della holding Daphne 3: il consorzio arriva ad avere così in portafoglio il 90% del capitale sociale, oltre che il pieno ed esclusivo controllo, di Daphne 3, mentre Tim mantiene una quota del 10% della holding.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

I
inwit

Articolo 1 di 5