Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL LANCIO

La mossa di Orange: prima telco in Europa con uno smartphone “5G-branded”

Svelato il nuovo Neva jet: vendite al via in Romania, dove la telco ha acceso la sua prima rete 5G, e in Polonia. Nuovi modelli attesi nel 2020 di pari passo con l’accensione dei network

22 Nov 2019

Patrizia Licata

giornalista

Orange è la prima telco europea a mettere in vendita uno smartphone 5G col proprio marchio: è il Neva jet, parte della linea di cellulari operator-branded della telco francese. Il Neva jet sarà disponibile inizialmente in Polonia e Romania per raggiungere poi altri mercati; funzionerà sulle reti esistenti (3G, 4G, 4G+), ma è abilitato a passare sul 5G. La prima rete 5G di Orange è quella della Romania, “accesa” questo mese; nel 2020 andranno live le reti 5G di Orange su altri mercati europei.

Orange ha annunciato anche altri nuovi modelli dei suoi smartphone Neva per i mercati di Francia, Spagna, Romania, Polonia, Slovacchia e Moldavia; il Neva jet è per ora l’unico abilitato al 5G, ma nel 2020 seguiranno altri dispositivi per le reti di nuova generazione. “Design, prestazioni, affidabilità e sicurezza” sono le caratteristiche degli smartphone Neva pubblicizzate da Orange.

5G più accessibile

Il Neva jet è uno smartphone con schermo borderless da 6.47 pollici e definizione full Hd+; integra funzionalità di intelligenza artificiale per gestire file, foto e altri contenuti; include le tecnologie di riconoscimento facciale e impronta digitale in-display; è dotato di tripla fotocamera; e usa il software Android Pie Os.

Orange lo definisce una “gradita alternativa sul mercato” capace di garantire piena compatibilità con le reti 5G di Orange non appena saranno attivate per godere appieno dei benefici del 5G: velocità di download fino a 2 Gbps e capacità dati idonee ad applicazioni come realtà virtuale, video streaming in tempo reale e esperienza di gaming superiore. Il prezzo è “accessibile” e questo significa, si legge in una nota di Orange, che “molte più persone avranno accesso a questa esperienza mobile estremamente potenziata”.

La “Orange esperience”

Il Neva jet offre anche la ‘Orange experience’: il device è progettato per permettere agli utenti di ritagliare i contenuti sulle loro esigenze grazie al servizio Livescreen che aggrega diversi partner dello streaming, dell’intrattenimento e dell’informazione. La Orange Experience include (come per tutti i device della linea Neva) offerte personalizzate (per esempio, prove gratuite dei servizi Orange di mobile gaming o stampa delle foto) e permette all‘Orange App Center di mandare agli utenti raccomandazioni sulle app per loro rilevanti, incluse quelle di Orange come Orange Bank, prima banca 100% mobile, o Orange Tv per contenuti live e on-demand. I clienti dello smartphone 5G Neva jet hanno a disposizione anche la soluzione di sicurezza Lookout.

Orange ha lanciato per la prima volta i cellulari branded nel 2002 e da allora ha venduto oltre 12 milioni di dispositivi in tutta Europa. 

“Mentre ci prepariamo a lanciare le nostre reti 5G nel 2020, l’Orange Neva jet testimonia che manteniamo il nostro impegno a portare la migliore innovazione e tecnologia possibile”, ha dichiarato Philippe Lucas, Senior vice president, Customer equipment and partnerships di Orange. “Questo è l’inizio di un percorso mentre prepariamo i nostri clienti all’arrivo del 5G”.

Le tappe del 5G

Orange lavora sulle proprie reti 5G in diversi mercati europei. In Francia ha avviato i trial tecnici nel 2018; quest’anno hanno fatto seguito i test con i clienti in alcune zone di Parigi e a Marsiglia, Lille, Nantes e Montpellier.

In Spagna, insieme al fornitore cinese Zte, la telco sta testando una rete 5G stand-alone; le due aziende collaborano con imprese di vari settori tra cui edilizia, energia, sanità, automotive e viaggi e hanno testato nei giorni scorsi applicazioni in ambito robotica e automotive.

In una prima fase, nel 2020, il 5G di Orange sfrutterà la rete mobile esistente grazie alla tecnologia delle antenne intelligenti (Mimo); in una seconda fase si passerà al 5G vero e proprio (antenne e rete core).

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

O
Orange

Approfondimenti

5
5g
S
smartphone

Articolo 1 di 5