IL TAKEOVER

Liberty global lancia l’Opa su Sunrise: operazione da 7,4 miliardi di dollari

La multinazionale del Colorado che possiede già Ups riaccende il risiko delle tlc mettendo nel mirino l’operatore svizzero, offrendo agli azionisti un premio del 32% sul prezzo medio ponderato del titolo. Nasce così un nuovo polo che farà concorrenza a Swisscom

12 Ago 2020

A. S.

Il mercato svizzero delle telecomunicazioni si scopre “terreno di conquista” per la multinazionale Liberty Global con sede a Denver, in Colorado, che nel paese controlla già l’operatore Ups, e che ora lancia l’Opa sul gruppo Tlc Sunrise Communications. Dalla fusione tra i due player potrebbe ora nascere una realtà in grado di insidiare la leadership di Swisscom.

Si tratta di un nuovo passo nel processo di consolidamento in atto in Europa nel campo delle telecomunicazioni, all’insegna della convergenza fisso/mobile, che potrebbe in prospettiva coinvolgere anche il mercato italiano: se in passato si era parlato dell’eventualità di un accordo tra Fastweb e Vodafone, che poi non si è però concretizzato, oggi gli analisti di Equita Sim focalizzano l’attenzione su un possibile avvicinamento tra Fastweb e Iliad: “Avrebbe ugualmente senso industriale a nostro avviso – sottolineano – Un consolidamento tra operatori, anche convergenti, e quindi senza la prospettiva di una riduzione del numero degli operatori mobili infrastrutturati, sarebbe a nostro avviso positiva per il settore, in quanto ridurrebbe la pressione competitiva sui prezzi e migliorerebbe il ritorno sul capitale”.

Nello caso specifico, Liberty Global ha lanciato un’offerta pubblica di acquisto interamente in contanti per tutte le azioni di Sunrise detenute pubblicamente al prezzo di 110 franchi per azione, prevedendo quindi un premio del 32% rispetto al prezzo medio ponderato del titolo Sunrise negli ultimi 60 giorni, per un valore complessivo di 7,4 miliardi di dollari, pari a 6,8 miliardi di franchi svizzeri.

Segnali positivi arrivano intanto dal consiglio di amministrazione di Sunrise, che ha reputato che l’operazione vada nell’interesse della società e degli azionisti, raccomandando l’offerta per l’accettazione: “Dopo un’attenta valutazione – si legge in una nota dell’operatore – il Consiglio di amministrazione di Sunrise ha stabilito che l’operazione si colloca nel migliore interesse di Sunrise e dei suoi azionisti e ha pertanto deciso all’unanimità che raccomanderà l’accettazione dell’offerta”.

Grazie a questa operazione infatti secondo il Cda di Sunrise nascerà “uno sfidante nazionale più forte”: “la nuova società avrà le dimensioni per guidare l’innovazione, investire in nuovi servizi e perseguire la crescita fornendo offerte innovative a prezzi competitivi. La nuova società allargata sarà inoltre in una posizione migliore per promuovere la concorrenza con vantaggi diretti per l’economia e i consumatori svizzeri”.

“Nel fare questa offerta, Liberty Global riconosce la qualità e la resilienza della nostra attività e il suo potenziale per il futuro – commenta Thomas D. Meyer, presidente del board di Sunrise – Il consiglio ritiene che l’offerta sia nel migliore interesse dei nostri azionisti e creerà opportunità per i dipendenti Sunrise di far parte di un campione nazionale pienamente convergente. La combinazione tra Sunrise e Upc Svizzera creerà il principale sfidante della telefonia mobile fissa nel mercato svizzero delle telecomunicazioni, con le dimensioni e le infrastrutture per competere con Swisscom”. Sunrise, secondo il Ceo Andre Krause – “ha realizzato la sua strategia incentrata sulla qualità e ha costruito una delle migliori reti mobili al mondo. Abbiamo conquistato con successo quote di mercato in tutte le nostre attività, sostenute dalla nostra forte attenzione alla centralità del cliente, all’eccellenza del servizio, all’innovazione e all’offerta di qualità. Siamo molto orgogliosi – aggiunge – di ciò che i nostri dipendenti hanno ottenuto e crediamo che la combinazione con Upc Svizzera consentirà alla società combinata di diventare il principale sfidante completamente convergente sul mercato “.

Il mercato ha reagito alla notizia positivamente, con il titolo di Sunrise Communications che ha subito fatto un balzo in avanti del 26%, contagiando anche tutto il comparto tlc: lo Stoxx Europe 600 Telecommunications infatti ha registrato un +1,94% con rialzi generalizzati.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4