Microsoft punta sull telco: "Cloud e edge computing per dare valore al 5G" - CorCom

STRATEGIE

Microsoft punta sull telco: “Cloud e edge computing per dare valore al 5G”

Lo sviluppo della nuova offerta in linea con le necessità degli operatori. Accordo con Samsung per una rete privata che punta sulla virtualizzazione delle soluzioni

29 Set 2020

Patrizia Licata

giornalista

Microsoft vuole una fetta del mercato del 5G: il colosso del software ha detto che intende collaborare con le aziende delle telecomunicazioni sul rollout delle reti mobili di nuova generazione, dove può offrire tecnologie cloud e di edge computing grazie alla sua piattaforma cloud Azure.

In un blog post, l’executive vice president di Microsoft Azure, Jason Zander, ha scritto che Microsoft vuole aiutare gli operatori a trarre il massimo del potenziale dal 5G dando loro gli strumenti che servono a offrire i nuovi servizi come “connettività a bassa latenza ultra-affidabile, servizi di comunicazione mixed reality, network slicing e applicazioni IoT altamente scalabili”.

Microsoft amplia l’offerta per le telco

Il rafforzamento delle ambizioni di Microsoft nell’arena del 5G poggia su due recenti acquisizioni di società che forniscono apparecchiature telecom per le reti di nuova generazione: Metaswitch Networks e Affirmed Networks. In più, Microsoft ha  arricchito la sua piattaforma cloud con soluzioni edge sviluppando Azure Edge Zones. “Mettendo insieme centinaia di ingegneri con grande esperienza nelle telecomunicazioni, ci assicuriamo che il nostro processo di sviluppo dei prodotti risponda alle necessità più importanti degli operatori“, ha affermato Zander.

Insieme a Samsung per reti 5G private più accessibili

Separatamente, Samsung ha annunciato un accordo per collaborare con Microsoft su una soluzione di rete privata 5G end-to-end basata su cloud. Le due aziende hanno detto che vogliono rendere sempre più avanzata la virtualizzazione delle soluzioni 5G, incluso l’utilizzo della vRAN (RAN virtualizzata) e delle tecnologie virtualizzate core e Multi-access edge computing di Samsung su Microsoft Azure.

WHITEPAPER
Data warehouse nel cloud. Come affrontare con successo il percorso di modernizzazione?
Big Data
Cloud

L’obiettivo è ottenere maggiori efficienze di costo nelle implementazioni 5G, abbassando la barriera di ingresso per le reti 5G private nelle aziende, nei negozi, nelle fabbriche smart e nelle strutture per l’intrattenimento, dai cinema alle sale concerto ai lunapark.

Il futuro delle telco passa per container e virtualizzazione

In un diverso accordo, la stessa Samsung ha stretto una collaborazione con Red Hat grazie alla quale il fornitore di soluzioni open source di proprietà di Ibm metterà a disposizione del colosso coreano una soluzione di rete 5G costruita su Red Hat OpenShift. Si tratta della piattaforma Kubernetes enterprise più ricca e completa del mercato, pensata per aiutare i service provider a rendere il 5G una realtà su molti casi d’uso, tra cui 5G core, edge computing, IoT, machine learning.

Red Hat sottolinea in una nota l’importanza per i fornitori di servizi di telecomunicazione di adottare una piattaforma orizzontale coerente e cloud-native, stabilizzata per i loro ambienti. Il cloud telco di Red Hat, continua la nota, consente alle telco di utilizzare la stessa infrastruttura per più casi d’uso, riducendo spese di gestione e operative.

Funzioni di rete containerizzate (CNF) e funzioni di rete virtualizzate (VNF) forniscono un percorso di trasformazione per gli operatori, portando ad una maggiore flessibilità del servizio e ad un meccanismo di erogazione più veloce per le nuove offerte: “Con questa soluzione, i service provider saranno in grado di capitalizzare i vantaggi portati dall’utilizzo di edge e vRAN”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4