L'OPERAZIONE

Nasce la nuova Tiscali, stipulato l’atto di fusione con Linkem Retail

Il nuovo piano industriale validato dal mondo bancario. Previsto il “passaggio di mano” di 104.025.497 azioni, pari a 103 milioni di euro

25 Lug 2022

Veronica Balocco

tiscali-sede-160127110415

Tiscali si fonde definitivamente con Linkem Retail. La società fa infatti sapere che venerdì è stato stipulato l’atto conclusivo della complessa operazione comunicata a fine 2021 e basata su un nuovo piano industriale validato anche dal mondo bancario. Grazie alla fusione, che avrà efficacia dal 1° agosto 2022, Tiscali supera definitivamente il piano attestato ex art. 67 L.F. e continua la trasformazione in una nuova realtà industriale che sfrutterà tutte le potenzialità e gli asset del gruppo Tiscali e del gruppo Linkem.

Società reduce da una “fase molto delicata”

A servizio della fusione Tiscali emetterà in favore di Linkem spa, socio unico di Linkem Retail, n. 104.025.497 azioni ordinarie da assegnarsi a Linkem, per servire il rapporto di cambio, per un importo complessivo pari a 103.858.806 euro. “Al fine di ricondurre tutte le attività retail al medesimo livello, in sostanziale contestualità con il perfezionamento della fusione, il ramo d’azienda Linkem è stato oggetto di conferimento, da parte di Tiscali, in favore della società operativa Tiscali Italia spa”,  spiega l’azienda in una nota.

WHITEPAPER
In-store experience per la GDO: come usare la tecnologia per rispondere ai nuovi consumi
Retail
E-Commerce

La “nuova” Tiscali esce da una “fase molto delicata” ed “è ora pronta –  conclude la nota – ad offrire le migliori soluzioni di connettività per le famiglie e per il mercato delle imprese e delle pubbliche amministrazioni, destinate ad una completa trasformazione digitale basata su servizi fissi, mobili, 5G e cloud”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

L
linkem
T
tiscali

Approfondimenti

F
fusione
T
telco
T
tlc

Articolo 1 di 4