Via a Retelit Med: asse Italia-Libia per l'Ict del Mediterraneo - CorCom

L'ACCORDO

Via a Retelit Med: asse Italia-Libia per l’Ict del Mediterraneo

La nuova società è frutto della joint venture con Libyan Post Telecommunications & Information Technology Company. Il principale target market sarà quello wholesale a livello internazionale

25 Feb 2020

D. A.

Retelit ha sottoscritto un accordo di joint venture con il gruppo Libyan Post Telecommunications & Information Technology Company (Lptic, che detiene indirettamente una partecipazione pari al 14,37% del capitale dell’operatore di telecomunicazioni), nell’ambito del quale è stata perfezionata la costituzione di una società di diritto italiano denominata Retelit Med. Il nuovo soggetto è partecipato al 50% da Retelit e al 50% da Lptic.

Le finalità dell’accordo

La joint venture, si legge in una nota del gruppo, intende sviluppare opportunità e sinergie commerciali tra Retelit e Lptic nel settore dell’Information Communication Technology, con particolare riferimento ai servizi Ict internazionali nel bacino del Mediterraneo tra Europa, Asia e Africa, per valorizzare i rispettivi asset, le rispettive competenze per sfruttare il potenziale commerciale inespresso in tale area, facendo leva sulla naturale posizione geografica dell’Italia e della Libia al centro del Mediterraneo, quali “gateway” tra il continente europeo e quello africano.

Il Consiglio di Amministrazione della nuova società è composto da cinque membri: due di espressione di Retelit, due di espressione di Lptic, e il presidente di espressione congiunta di Retelit e Lptic. La joint venture ha nominato quale presidente Gianni Castellaneta, ex ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti d’America. Il principale target market sarà quello wholesale a livello internazionale, composto dagli operatori di telecomunicazioni internazionali, dai grandi Internet Provider e dagli Ott (Over the Top), quello Multinational Customers composto dalle grandi Multinazionali e infine quello “captive” degli stessi soci di Retelit Med, con focus principale sull’area geografica Emea.

webinar -16 dicembre
5G e connettività a banda ultralarga: la priorità, anche dopo l'emergenza
Networking
Telco

“Siamo indubbiamente soddisfatti di aver concluso questa partnership con una società di assoluto valore come Lptic, che conosciamo da molto tempo e con la quale ci accomuna il medesimo modo di vedere il business. Riteniamo che le nostre proposte siano complementari, da un punto di vista geografico e di offerta e per questo integrabili perfettamente in una proposta unica”, commenta Dario Pardi, Presidente di Retelit. “La fase che stiamo vivendo a livello internazionale nel settore Ict è sicuramente dinamica e in espansione e con questo accordo riteniamo di poter riuscire a cogliere al meglio delle nuove opportunità di Business e di crescita per Retelit”.

Faisel Gergab, Presidente di Lptic, aggiunge: “Lptic è entusiasta di aver costituito una nuova joint venture con Retelit, che svilupperà le numerose sinergie e le opportunità commerciali tra i mercati Ict libico e italiano. Sono convinto che questo nuovo business sarà un successo e rafforzerà ulteriormente i legami tra la Libia e l’Italia. Auguro a tutto il team il meglio in questa impresa”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2