Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

LA COMMESSA

Retelit firma la banda larga del Pentagono

L’operatore italiano incaricato di realizzare una rete in fibra per collegare le basi americane in Italia con Balcani e Medio Oriente. La commessa vale 20 milioni di dollari

02 Ott 2012

P.A.

Retelit si è aggiudicata una commessa da 20 milioni di dollari incassata dal Pentagono. L’ordine partito dalla Difesa Usa riguarda la realizzazione di una rete a banda larga, per collegare le basi americane in Italia con Balcani e Medio Oriente. Retelit ha superato la concorrenza di aziende del calibro di verizon e Telecom Italia.

L’azienda di tlc, che detiene una rete in fibra ottica di 9mila chilometri, ha fra i suoi maggiori azionisti le Poste libiche, che detengono una quota del 14% e che dopo la caduta di Gheddafi hanno chiesto un nuovo cda per eleggere un nuovo consiglio. Dopo 10 anni alla guida, il Ceo Gilberto Di Pietro è uscito di scena e le sue deleghe sono passate a Danilo Broggi, il neo presidente che sta tentando di diversificare il business aziendale. Broggi, ex ad di Consip, punta molto su servizi dedicati alle Pmi e al settore della PA, scrive il Sole 24 Ore. Il piano industriale prevede di raggiungere i primi utili già l’anno prossimo e di triplicare i ricavi nel 2016. L’obiettivo non è impossibile, a patto che i ricavi aumentino sensibilmente. Nel semestre gennaio-giugno il fatturato è cresciuto del 16% e le perdite di 5milioni di euro sono scese a 900mila euro.


LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link