Telecom, fusione Tim Brasil-Gvt e aumento di capitale riservato a Vivendi - CorCom

IL PIANO

Telecom, fusione Tim Brasil-Gvt e aumento di capitale riservato a Vivendi

Questa, secondo indiscrezioni, una delle ipotesi sul piatto a cui si lavora da tempi non sospetti, ossia da prima dell’offerta da 6,7 miliardi presentata da Telefonica a Vivendi. Ma i tempi sono stretti: la partita si deve chiudere entro il 3 settembre

08 Ago 2014

Mila Fiordalisi

Aumento di capitale per Tim Brasil, sottoscritto da Telecom Italia in parte promuovendo la conversione delle risparmio in ordinarie. Fusione fra Tim Brasil e Gvt attraverso una diluzione progressiva delle azioni detenute da Telecom dall’attuale 67% al 50% del nuovo gruppo figlio del merger. Aumento di capitale in Telecom Italia riservato a Vivendi. Queste, secondo indiscrezioni, le ipotesi sul piatto a cui starebbero lavorando Telecom Italia e Vivendi. Ipotesi a cui si lavora da prima dell’offerta da 6,7 miliardi di Telefonica per Vivendi. Al momento numeri e proporzioni del rafforzamento patrimoniale in Brasile e di quello riservato ai francesi in Italia sono ancora da definire, ma a quanto si apprende è già in corso la ricerca di possibili investitori interessati a scommettere sul merger italo-carioca.

La partita si gioca tutta nei prossimi giorni considerato che Vivendi ha tempo fino al 3 settembre per rispondere all’offerta di Telefonica.

Intanto sul piede di guerra i sindacati e i piccoli azionisti Telecom che gridano al conflitto di interessi. Ieri Asati ha presentato un esposto alla Consob mentre la Slc Cgil chiede un immediato intervento del governo.