Telefonia mobile, tariffe a doppia faccia: “premiati” solo i nuovi clienti - CorCom

IL REPORT

Telefonia mobile, tariffe a doppia faccia: “premiati” solo i nuovi clienti

Offerte al rialzo per i “vecchi” utenti mentre nel passaggio di operatore si risparmia. Nel fisso invece si abbattono i costi per tutti. L’analisi di SosTariffe.it

19 Ott 2020

Enzo Lima

È un mercato a doppia faccia quello delle tariffe di telefonia mobile. Se i nuovi clienti vengono “premiati” con sconti e pieno di Giga e minuti gratis, quelli “vecchi” vedono invece aumentare la spesa. È quanto emerge da due analisi di SosTariffe.it.

Dalla prima, diffusa la scorsa settimana si evince un aumento di Giga del 34,1% a fronte di una riduzione del costo mensile del 6,8%: i Giga sono passati dai 38,46 dello scorso anno ai 51,58 attuali e il prezzo delle promozioni si è abbassato da 11,68 euro a 10,88 euro. Un vantaggio dunque per i nuovi clienti. Dalla seconda indagine, appena pubblicata emerge invece un incremento delle rimodulazioni pari al 65,46% anno su anno. “I dati raccolti dall’indagine confermano che si è passati da una rimodulazione media annuale di 22,44 euro a una di 37,13 euro, cifre che i provider hanno mediamente aggiunto alla spesa annua degli utenti”, si legge nel report.

Non si assiste al fenomeno dei “due pesi, due misure” per quel che riguarda invece le offerte sul fisso. SosTariffe segnala infatti che nel 2019 è stata imposta una rimodulazione media mensile di 2,32 euro e annuale di 27,87 euro, mentre nel 2020 si sono abbassate del 29,06%, toccando un rincaro mensile di 1,65 euro e annuale di 19,77 euro. Di fatto dunque si sta spingendo molto sulla “fidelizzazione” nel fisso mentre nel mobile continua la guerra dei prezzi fra le telco a caccia di nuovi clienti.

webinar -16 dicembre
5G e connettività a banda ultralarga: la priorità, anche dopo l'emergenza
Networking
Telco

Secondo SosTariffe la scelta degli operatori non sarebbe però priva di conseguenze: “Nella maggior parte dei casi la rimodulazione di un’offerta rappresenta una situazione che provoca un certo fastidio nell’utente: a questo proposito la scelta di cambiare operatore potrebbe essere la più conveniente, soprattutto considerando l’assenza di costi o penali legata al recesso”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4