Telefonica sfida Google & co. sulla pubblicità - CorCom

VIA ALLA JV AXONIX

Telefonica sfida Google & co. sulla pubblicità

Via ad Axonix, la joint venture con Blackstone focalizzata sulla vendita di pubblicità mobile in Europa, Usa e America Latina. Gli utenti saranno individuati in base alla location ma anche alle loro abitudini di navigazione e agli interessi personali

16 Apr 2014

Patrizia Licata

Telefonica ha avviato una joint venture con una divisione della società di private equity Blackstone Group nel segmento della pubblicità per device mobili. La joint venture, con sede a Londra e denominata Axonix, ha l’obiettivo di arrivare a fare concorrenza a Google nella raccolta dei dati su smartphone e nella vendita di annunci mirati sulla clientela.

La società venderà targeted ads per piattaforme mobili negli Stati Uniti, in Europa e in America Latina individuando gli utenti di telefonia sulla base della loro location, delle abitudini di navigazione e degli interessi personali.

“Andiamo a sfidare Google, Twitter e Facebook, perché questo è il settore dove vogliamo operare”, ha affermato il Ceo Simon Birkenhead, già numero uno della raccolta pubblicitaria di Telefonica.

Secondo TechCrunch, Axonix sarà una piattaforma di compravendita di ads mobili in tempo reale e la sua tecnologia riprende quella del servizio ormai chiuso MobClix, che il gruppo Blackstone ha comprato a inizio anno. Intervistato dal sito Internet, Birkenhead non ha rivelato l’investimento che Telefonica o Blackstone hanno fatto per la venture Axonix, ma ha assicurato che si tratta di fondi sufficienti per finanziare la società per almeno per due anni, per fare ambiziose assunzioni di top manager e talenti e anche qualche acquisizione.

Finora le ads portate sui device mobili dalle aziende telecom sono state molto basilari, per lo più semplici messaggi di testo; Axonix aspira a fare molto di più, seguendo le persone ovunque vadano, per esempio mostrando un messaggio dentro una app sullo smartphone, ma anche personalizzando un cartellone pubblicitario che gli utenti si trovano di fronte in un certo punto della città, ha spiegato Birkenhead. Axonix si adeguerà naturalmente alle diverse normative nazionali sulla privacy e la richiesta del consenso dei consumatori prima di poter usare i loro dati per erogare pubblicità così personalizzate.

Telefonica si avventura con questa iniziativa in un settore che molti considerano maturo per l’ingresso delle aziende telecom, che ancora non hanno sfruttato a pieno il vantaggio della massiccia quantità di dati che corre sulle loro reti. “Possiedono enormi quantità di dati sui loro consumatori”, sottolinea Julie Langley, partner della società di consulenza finanziaria Results International intervistata dal Wall Street Journal.

Telefonica, operatore di telecomunicazioni numero uno in Spagna e America Latina, ha anche attività consolidate in Uk e Germania, e quindi mercati di vaste dimensioni con audience di grande valore per le società desiderose di fare pubblicità. Birkenhead ha indicato che la nuova venture nella pubblicità mobile potrebbe anche collaborare con altre aziende telecom per vendere pubblicità sulle loro reti.