IL MERGER

Telefonica tratta per rilevare Iusacell in Messico

La multinazionale spagnola, che nel Paese controlla già Movistar: “Negoziati in corso”. L’operazione potrebbe costare tre miliardi agli spagnoli

Pubblicato il 30 Lug 2014

A.S.

iusacell-140730131528

Telefonica sta trattando in Messico per acquisire l’operatore mobile Iusacell e fonderlo con gli altri asset che detiene nel paese centroamericano. Dopo le indiscrezioni circolate negli ultimi giorni è proprio il colosso spagnolo delle tlc a dare conferma della notizia, con un comunicato: “A seguito di notizie di stampa pubblicate oggi sul Messico – recita la nota – Telefonica sottolinea che vi è un processo di negoziazione, ma non è stato raggiunto alcun accordo”.

Secondo i dati pubblicati dal sito Elconfidencial.con Mexican Iusacell potrebbe essere valutata tra i 2,5 e i 3 miliardi di euro. Se l’affare dovesse andare in porto il nuovo acquisto andrebbe a integrarsi con le attività che Telefonica gestisce già in Messico, primo tra tutti Movistar. Fino a oggi Telefonica e Iusacell condividevano le reti, con l’obiettivo di ridurre i costi infrastrutturali ed essere più efficaci nella concorrenza ad America Movil, l’operatore più importante in Messico.

Fondamentale per capire se si creeranno le condizioni per la conclusione dell’affare saranno anche gli esiti della proposta di legge che sta facendo il suo iter in Messico proprio in questi giorni, e che mira a rafforzare la concorrenza nelle telecomunicazioni, anche indebolendo la posizione dominante di America Movil nel Paese, come era già stato stabilito dalla locale autorità antitrust.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5