Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'ANNUNCIO

Tim, patto “segreto” con Enel e Cdp sulla fusione con Open Fiber

L’azienda guidata da Luigi Gubitosi fa sapere in una nota di aver sottoscritto un accordo di confidenzialità per valutare possibili forme di integrazione delle reti in fibra ottica, anche attraverso operazioni societarie

20 Giu 2019

Mila Fiordalisi

Direttore

Tim informa di aver sottoscritto con Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) e Enel un accordo di confidenzialità”: inizia così la nota emessa dall’azienda capitanata da Luigi Gubitosi per mettere fine “al susseguirsi di indiscrezioni sugli organi di stampa”. Nota a cui ha fatto seguito la conferma da parte di Enel.

L’accordo- spiega l’azienda – “è volto ad avviare un confronto finalizzato a valutare possibili forme di integrazione delle reti in fibra ottica di Tim e Open Fiber, anche attraverso operazioni societarie”. E l’obiettivo del confronto “è di verificare la fattibilità dell’operazione, le relative modalità ed il perimetro di attività oggetto di un possibile accordo, in funzione della volontà delle parti e del quadro normativo e regolatorio di riferimento”. La nota puntualizza inoltre che “in esecuzione del suddetto accordo le parti si atterranno alla più stretta confidenzialità”.

Stop dunque al rimpallo di voci in particolare quelle dell’ultim’ora secondo cui Vivendi starebbe concordando “l’affaire” a patto di rivedere nuovamente le “poltrone” in cda. E in questo senso avrebbe chiesto l’aiuto proprio a Cassa Depositi e Prestiti.

L’annuncio del “patto” nella giornata del 20 giugno ha visto il titolo Tim in chiusura a +1,8%. E in apertura delle contrattazioni il 21 giugno si è attestato a +1,6%.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

L
luigi gubitosi

Aziende

C
cdp
E
enel
O
open fiber
T
tim

Approfondimenti

F
fusione tim open fiber

Articolo 1 di 3