LA VERTENZA

Vertenza Gepin, trovato l’accordo su 325 lavoratori

Firmato al Mise il il protocollo: le società subentranti E-Care, Abramo e 3G si impegnano ad assumere il personale che operava nella commessa di Poste. Gozzo (Uilcom): “Occupazione garantita, ora monitoriamo l’applicazione dell’intesa”

05 Set 2016

Risolta la vertenza Gepin Contact. E’ stato firmato al Mise il protocollo che trova soluzione alla vertenza relativa alla messa in mobilità di 352 lavoratori della società che operavano nella commessa Poste Italiane. “Si stabilisce – spiega Fabio Gozzo, Segretario Nazionale Uilcom – l’impegno delle società subentranti , E-Care, Abramo Customer Care e 3G, ad assumere l’insieme dei lavoratori precedentemente occupati , negli stessi territori (Roma e Napoli) ed alle condizioni economiche previste dalla contrattazione collettiva in caso di cambio d’appalto, con continuità della pregresso normativa del rapporto di lavoro. La Uilcom – conclude Gozzo – esprime soddisfazione per l’intesa raggiunta, un percorso reso particolarmente difficile e complesso dal contesto generale (prezzi, ricorsi al TAR etc.). Dopo mesi di grandi incertezze e preoccupazioni e grazie alla grande mobilitazione sindacale e dei Lavoratori ed al contributo importante del Viceministro Teresa Bellanova, si apre ora una nuova fase che la Uilcom seguirà con la massima attenzione affinchè siano garantiti tutti gli impegni presi dalle parti subentranti”.

WHITEPAPER
Wi-Fi o 5G per le imprese? Una guida spiega cosa (e come) scegliere
Personal Computing
Telco

La vertenza apertasi il 29 febbraio 2016 a seguito della perdita della commessa di “Poste Italiane” da parte di Gepin.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
call center
F
fabio gozzo
G
gepin
U
uilcom