Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'OPERAZIONE

Vodafone in pressing su Liberty Global, deal più vicino?

Il gruppo britannico pronto a rilevare le attività via cavo del player tedesco nell’Europa continentale, sul piatto 16,5 miliardi di euro. Si punta a chiudere entro due settimane. Deutsche Telekom sull’attenti, potrebbe chiedere una revisione antitrust

23 Apr 2018

Patrizia Licata

giornalista

Vodafone-Liberty Global, l’accordo è vicino: secondo il Financial Times, il deal che permetterà alla telco britannica di rilevare le attività europee su cavo del player tedesco è in dirittura d’arrivo. L’accordo era stato già tentato due anni fa senza esito; tuttavia a febbraio scorso Vodafone, dopo indiscrezioni apparse sulla stampa, aveva confermato di trovarsi “nelle fasi iniziali di un negoziato con Liberty Global in merito alla possibile acquisizione di alcuni asset che si sovrappongono in Europa continentale di proprietà di Liberty Global“.

Il deal dovreebbe arrivare entro le prossime due settimane, secondo fonti vicine alle due aziende; la transazione ha un valore compreso tra 14 e 16,5 miliardi di euro debito incluso.

Vodafone già possiede alcune attività nel settore del cavo in virtù delle acquisizioni di Kabel Deutschland in Germania nel 2013 e di Ono in Spagna nel 2014. Nel 2016 Vodafone aveva avviato un negoziato con Liberty Global in cerca di un potenziale accordo su uno scambio paritario di asset che includeva Kabel Deutschland e Virgin Media in Uk, di proprietà di Liberty, ma le trattative si sono interrotte con un nulla di fatto a causa di divergenze sulla valutazione degli asset.

A febbraio le due aziende sono tornate al tavolo dei negoziati focalizzando l’accordo solo sulle regioni dell’Europa continentale in cui possiedono asset che si sovrappongono, tra cui Germania, Repubblica Ceca, Ungheria e Romania, escludendo quindi Uk e Irlanda (Virgin Media). Secondo gli analisti, sarebbe la Germania il mercato in cui Vodafone potrebbe trarre i maggiori benefici da un accordo con Liberty, la cui rete via cavo aiuterebbe il gruppo britannico a competere con l’ex incumbent Deutsche Telekom grazie a un pacchetto completo di servizi convergenti. Elemento chiave del deal, confermano oggi le fonti del FT, sarebbe la sussidiaria tedesca del cavo di Liberty Global, Unitymedia. Unendo la rete di Kabel Deutschland con Unitymedia, Vodafone potrebbe diventare in Germania un forte operatore convergente fisso-mobile con servizi attivi su tutto il territorio nazionale, alla pari dell’incumbent Deutsche Telekom. Oggi la rete via cavo tedesca di Vodafone copre 13 stati della federazione tedesca, mentre Unitymedia serve i rimanenti tre.

Resta da aspettare la conferma ufficiale della chiusura del deal e, soprattutto, la risposta di Deutsche Telekom: la telco ha già fatto chiaramente intendere che è pronta a opporsi all’integrazione tra Vodafone e Unitymedia rivolgendosi all’antitrust contro quello che agli occhi dell’incumbent sarebbe un “monopolio” in parti del mercato tedesco.

Per Liberty Global l’accordo con Vodafone si inserisce in una più ampia strategia di riorganizzazione delle attività via cavo in Europa. Il gruppo ha già venduto a dicembre 2017 la sua società austriaca del cavo, Upc, a T-Mobile Austria, mentre quest’anno ha aperto un negoziato con la telco svizzera Sunrise Communications Group per una potenziale alleanza che creerebbe nella Confederazione Elvetica un potente competitor al leader di mercato Swisscom.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5