Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL PIANO

Zte: “Sarà l’Italia il nostro hub europeo”

Annunciato l’accordo per realizzare la nuova rete mobile “Golden Network” di Wind Tre come anticipato da CorCom. Il presidente Zte Europe Xiao Ming: “Investimenti considerevoli” nel nostro Paese e incremento di dipendenti “creando migliaia di nuovi posti di lavoro”

22 Dic 2016

E’ ufficiale. Come anticipato da CorCom, Zte annuncia l’accordo per realizzare la nuova rete mobile di Wind Tre. “Partnership strategica per Rete Golden Network” fa sapere l’azienda cinese che si dice ”pronta ad accrescere l’occupazione e ad aprire un centro di ricerca in Italia”. La partnership è destinata “a ridurre il digital gap del Paese”.

La partnership punta al consolidamento e alla modernizzazione delle attuali reti mobili. L’accordo è, inoltre, finalizzato alla realizzazione della rete ‘Golden Network’, che consentirà all’operatore di fornire servizi innovativi ai clienti consumer e business.

“Siamo molto soddisfatti per questo accordo – ha dichiarato Xiao Ming, Presidente Zte Europe – frutto dell’impegno di tutto il Gruppo. Oggi, Zte è uno dei principali provider nel campo delle infrastrutture tecnologiche legate alle Telecomunicazioni e le nostre capacità sono state premiate da un leader del settore come Wind Tre. L’attuale network dell’operatore è già di alto livello tecnologico e sarà nostra intenzione conservare le competenze acquisite negli anni ampliandole con le nostre capacità, così da offrire ai clienti Wind Tre servizi di assoluta qualità”. L’avvio della partnership rappresenta “un traguardo molto importante” per l’azienda cinese presente in Italia “da dieci anni con sedi a Roma, Milano e Torino”.

Vogliamo che l’Italia diventi il nostro hub europeo – ha proseguito Xiao Ming – e per questo desideriamo investire in modo considerevole nel Paese per dare vita ad un centro di ricerca, capace di sviluppare ulteriormente le nostre tecnologie. Il nostro programma di crescita prevede, inoltre, di incrementare a breve i dipendenti di Zte, creando migliaia di nuovi posti di lavoro, aumentando le competenze dei nostri tecnici ed ampliando il numero delle persone impegnate nell’indotto”.

L’impegno dell’azienda cinese potrebbe dunque far chiudere con un saldo positivo, in termini di occupati nelle aziende fornitrici di tecnologie di rete, il consolidamento dei network mobili di Wind e 3 Italia e la realizzazione della rete unica di quello che sarà il maggior operatore di telefonia mobile in Italia. Da una parte infatti si teme che Ericsson, rimasta esclusa dal grosso della commessa, possa ridimensionare il proprio organico in Italia tagliando un migliaio di posizioni, un quarto della forza lavoro impegnata nel nostro Paese.

In cooperazione con Wind Tre, Zte stabilirà in Italia un nuovo centro d’innovazione per lo sviluppo delle reti 5G e il miglioramento della user experience dei clienti attraverso le nuove tecnologie digitali. La partnership tra ZTE e Wind Tre favorirà la riduzione del digital divide, rafforzando il ruolo di leadership dell’Italia nel panorama tecnologico europeo.

Argomenti trattati

Approfondimenti

W
wind tre
Z
zte

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link