Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL CASO

Amazon apre in Emilia-Romagna il terzo polo logistico italiano

La struttura sorgerà a Santarcangelo, nel Riminese, e creerà 50 nuovi posti di lavoro. Intanto da oltreoceano emergono ostacoli per la realizzazione del nuovo headquarter a New York

11 Feb 2019

Amazon aprirà una nuova sede, la terza in Italia e la seconda in Emilia Romagna, a Santarcangelo, nel Riminese. Le procedure per il rilascio del permesso di costruire all’azienda dovrebbero essere in dirittura d’arrivo, tant’è che è la stessa amministrazione comunale ad averne dato notizia sul proprio sito Internet: “sono in via di definizione, proprio in questi giorni, le procedure amministrative per l’arrivo di una sede Amazon”. La nuova struttura logistica sorgerà nel tratto di via Tosi compreso fra gli stabilimenti Marr e la ferrovia, in “un’area che già prevedeva una destinazione urbanistica coerente alle necessità aziendali; rientra in un piano di completamento e non rappresenta una nuova edificazione. A beneficio della comunità di Santarcangelo, oltre alla creazione di circa 50 nuovi posti di lavoro”, il gruppo si farà carico della realizzazione di una nuova rotatoria.

La notizia della nuova sede italiana arriva in concomitanza con l’indiscrezione di un possibile passo indietro rispetto all’apertura del nuovo quartier generale a New York. Secondo il Washington Post, infatti, il progetto che prevede la creazione di una struttura nel Queens, avrebbe incontrato più di una perplessità nella comunità locale, oltre che in un gruppo di amministratori comunali e statali, che vedono nel progetto una potenziale minaccia per il mercato immobiliare locale: i prezzi salirebbero alle stelle e gli attuali residenti potrebbero essere spinti ad abbandonare il quartiere. La questione, quindi, è squisitamente politica, e stando ai rumor, visto che Amazon di fatto non ha ancora acquistato i terreni, starebbe valutando l’opportunità di erigere il nuovo headquarter in Virginia, dove invece il gruppo è atteso a braccia aperte.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3