Bitcoin a oltre 41mila dollari. E il mercato delle criptovalute vale oltre un trilione di dollari - CorCom

E-FINANCE

Bitcoin a oltre 41mila dollari. E il mercato delle criptovalute vale oltre un trilione di dollari

La moneta digitale più famosa del mondo supera la soglia dei 40mila per la prima volta e continua a salire ancora, spingendo il valore di tutte le altre

08 Gen 2021

Veronica Balocco

Nuovo record per il bitcoin: la criptovaluta più famosa del mondo ha sfondato i 41mila dollari, dopo i 40mila raggiunti ieri, arrivando per la precisione a 41.114,1 dollari.  Secondo i dati mostrati da Coindesk, tra le più note piattaforme di scambio di criptovalute, la moneta digitale ha superato nel giro di poche ore la soglia di 40mila, prima e 41mila dollari, poi, diventando ufficialmente la moneta digitale più preziosa al mondo, con una capitalizzazione di mercato di oltre 700 miliardi di dollari.

La criptovaluta è aumentata di oltre il 30% dall’inizio del 2021 e negli ultimi 12 mesi è aumentata del 400%.

Previsioni di crescita

Secondo Chamath Palihapitiya di Social Capital, la valuta digitale ha una lunga crescita davanti anche dopo il suo massiccio rally. “Probabilmente toccherà i 100mila dollari, quindi 150mila e poi 200mila“, ha detto PalihapitiyaHalftime Report della Cnbc. “In che periodo? Non lo so. Cinque o dieci anni, ma ci arriverà”.

WHITEPAPER
Come cambia il Retail tra ecommerce, piccoli rivenditori e la spinta al cashless
Acquisti/Procurement
Fashion

Il valore dell’intero mercato delle criptovalute, composto da bitcoin e altre monete digitali come ether e tether, ha superato per la prima volta i mille miliardi di dollari giovedì, secondo i dati di Coinmarketcap. Bitcoin è di gran lunga la criptovaluta più dominante, con un valore di mercato di oltre 700 miliardi di dollari.

Un bene “rifugio” molto volatile

Molti sostenitori del bitcoin affermano che la criptovaluta è simile all'”oro digitale”, un potenziale bene rifugio sicuro e una copertura contro l’inflazione. In una recente nota di ricerca, JPMorgan ha affermato che il bitcoin potrebbe raggiungere i 146.000 dollari a lungo termine in quanto compete con l’oro come valuta “alternativa”. Gli strateghi della banca d’investimento hanno tuttavia notato che il bitcoin dovrebbe diventare sostanzialmente meno volatile per raggiungere questo prezzo. Bitcoin è infatti noto per le oscillazioni di prezzo selvagge.

L’idea del bitcoin come copertura contro l’inflazione ha continuato a prendere piede mentre i governi di tutto il mondo si imbarcano in programmi di stimolo fiscale su larga scala. Gli analisti sostengono che ciò potrebbe causare un picco dell’inflazione.
“Quest’ultima corsa al rialzo a gennaio attirerà sicuramente l’attenzione dei gestori patrimoniali per diversificare ancora di più i loro asset verso le criptovalute, poiché sono desiderosi di trovare investimenti alternativi, come criptovaluta o oro, per coprire l’inflazione e i rischi geopolitici”, ha spiegato Simons Chen, direttore esecutivo degli investimenti e del trading presso la società di servizi finanziari di criptovaluta Babel Finance, alla Cnbc.
“Anche un gran numero di investitori al dettaglio si sono uniti alla corsa di recente perché temono di perdere opportunità per ottenere guadagni facili e veloci dall’ultima corsa al rialzo”, ha aggiunto.

Sempre più transazioni in bitcoin

L’ascesa di bitcoin è stata aiutata anche dalle mosse di grandi società finanziarie come PayPal e Fidelity. PayPal lo scorso anno ha lanciato una funzionalità che consente ai suoi utenti di investire in criptovalute e prevede di offrire pagamenti in criptovaluta attraverso la sua massiccia rete di rivenditori entro la fine dell’anno.
Anthony Pompliano, co-fondatore del crypto hedge fund Morgan Creek Digital, ha affermato che recentemente il bitcoin ha visto una sempre maggior adozione come mezzo di pagamento. “Il volume totale delle transazioni di bitcoin nel 2020 è stato maggiore di quello di Venmo, PayPal o Apple Pay”, ha affermato.

Ma restano i critici: “Solo una bolla”

Ma alcuni critici di bitcoin – come David Rosenberg, economista e stratega di Rosenberg Research – continuano a definire il bitcoin una bolla. “La mossa parabolica in bitcoin in un periodo di tempo così breve, direi per qualsiasi sicurezza, è altamente anormale”, ha detto Rosenberg alla Cnbc all’inizio di questo mese.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2