BORSA

BT, nuove azioni per un mld di sterline: finanzieranno il takeover su EE

La multinazionale britannica metterà sul mercato nuovi titoli al prezzo di 5 pence l’uno. Il collocamento servirà per contribuire a finanziare l’acquisizione dell’operatore mobile, costato 12,5 miliardi di sterline

12 Feb 2015

A.S.

L’obiettivo è quello di raccogliere un miliardo di sterline dalla collocazione di nuove azioni sul mercato, al prezzo di 0,5 pence l’una. L’entità del collocamento è par al 3% dell’attuale capitale sociale di Bt Group, e nei piani dell’azienda sarà utile per contribuire al finanziamento dell’acquisizione di Bt, l’operatore mobile recentemente rilevato dalla multinazionale britannica per 12,5 miliardi di sterline.

L’accordo tra British Telecom con Orange e Deutsche Telekom era stato ufficialmente raggiunto nei primi giorni di febbraio. Per acquistare Ee, principale operatore mobile del Regno Unito con 31,5 milioni di clienti, Bt si è impegnata a corrispondere 12,5 miliardi di sterline, pari a 16,74 miliardi di euro, da pagare in parte in contanti e in parte con l’emissione di nuove azioni.

WHITEPAPER
Wi-Fi o 5G per le imprese? Una guida spiega cosa (e come) scegliere
Personal Computing
Telco

In cambio Deutsche Telekom riceverà una quota del 12% in Bt, con il diritto di nominare un membro non esecutivo nel Cda del Gruppo inglese, mentre ad Orange andrà il 4%. L’acquisizione sarà pagata sia in contanti che tramite azioni ordinari di British Telecom, per un valore di 1 miliardo di sterline. EE ha 31 milioni di clienti in Gran Bretagna ed ha la più grande base di clienti “4G” di qualsiasi operatore in Europa.

“Si tratta di una tappa fondamentale per Bt, dato che ci permetterà di accelerare i nostri programmi sul mobile e accrescere i nostri investimenti. La principale rete 4G del Regno unito si incastrerà ora con la più grande rete di fibra ottica del Paese, e aiuterà a creare il principale provider di comunicazioni nel Regno Unito”, aveva commentato il chief executive di Bt, Gavin Patterson.