L'ALLEANZA

Cloud, in Francia una newco Google-Thales. E già si lavora a un bis per l’Italia

Le due società daranno vita a un’infrastruttura dedicata in rispetto dei requisiti di sicurezza stabiliti dall’Eliseo. Colloqui in corso nel nostro Paese per un’analoga iniziativa

06 Ott 2021

Veronica Balocco

cloud-nuvola-1024x576

Sviluppare congiuntamente un’offerta di cloud hyperscale sovrana per la Francia: è questo l’obiettivo della partnership strategica stretta fra Thales e Google Cloud, i cui servizi saranno attivi dal 2023.  L’accordo mira ad ottenere la qualifica di “Trusted cloud” (“Cloud di fiducia”), annunciata nei mesi scorsi dal governo francese, che caratterizza i servizi di cloud sviluppati in Europa con un alto livello di sicurezza. Sotto questa egida, l’offerta Thales e Google Cloud si propone di dar modo alle organizzazioni del settore pubblico e privato che devono soddisfare i criteri – definiti dall‘Agenzia francese per la sicurezza dei sistemi informativi (Anssi)  – di beneficiare dei servizi cloud computing in conformità con la strategia nazionale.

L’operazione si inserisce nel quadro stabilito a maggio dalla Francia sui servizi informatici, che prevede l’utilizzo di “cloud” forniti dai colossi statunitensi solamente in collaborazione con aziende francesi. Thales e Google Cloud creeranno un’azienda che fornirà i servizi del gruppo statunitense utilizzando però una rete e dei server distinti.

Mix di tecnologie e competenze

I servizi di Google Cloud, che verranno migliorati e integrati regolarmente con nuove innovazioni, apporteranno elasticità, agilità e apertura tecnologica, consentendo alle aziende di innovare in modo trasparente e autonomo, senza vincoli al fornitore. Thales, attivo nella sicurezza informatica da oltre 40 anni, offrirà le necessarie garanzie dei requisiti di sovranità della Francia assicurando la gestione delle chiavi di crittografia, l’accesso, le identità e il monitoraggio delle minacce informatiche con il suo Cybersecurity operations center. Thales fornirà quindi i livelli di fiducia e sicurezza richiesti dai clienti francesi in modo che possano migrare le loro applicazioni più sensibili nel cloud mantenendone il controllo.

17 novembre, milano
Spalanca le porte all’innovazione digitale! Partecipa a MADE IN DIGItaly

Anche Italia e Spagna interessate ad attuare progetti simili

Le due società costituiranno una società mista, ancora senza nome, che avrà sede in Francia con la quota di controllo in mano a Thales. Il responsabile del Sud Europa di Google ha annunciato che l’azienda Usa ha colloqui in corso anche con Italia e Spagna per una soluzione simile.

“Grazie a questa collaborazione unica con Google Cloud – commenta Marc Darmon, vicepresidente esecutivo, Comunicazioni sicure e sistemi informativi di Thales -, saremo in grado di aiutare ad alimentare la trasformazione digitale per le organizzazioni di tutte le dimensioni e industrie che vogliono mantenere il controllo e la sovranità sui propri dati e su quelli dei propri clienti. Insieme, affronteremo i criteri definiti dal governo per un cloud affidabile, nonché gli obiettivi ambientali con un approccio sostenibile per l’infrastruttura che costruiremo”.

“Il nostro approccio unico per affrontare le preoccupazioni dei cittadini e degli enti governativi francesi, compreso lo sviluppo di una nuova società, garantisce che le organizzazioni possano beneficiare dell’innovazione e dell’agilità del cloud, senza compromettere la sicurezza, la privacy e la sovranità richieste dal governo francese”, conclude Thomas Kurian, Ceo di Google Cloud.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

T
Thomas Kurian

Aziende

G
google cloud
T
Thales

Approfondimenti

C
Cloud
F
francia
I
infrastruttura

Articolo 1 di 3