Intesa Sanpaolo "digital company", chiuso l'accordo con Tim e Google - CorCom

STRATEGIE

Intesa Sanpaolo “digital company”, chiuso l’accordo con Tim e Google

Via al progetto che prevede la migrazione del sistema informativo della banca su cloud. Al centro le due “Region” di Torino e Milano dell’azienda Usa e i data center dell’operatore Tlc. Prossimo step l’adozione di sistemi per analisi dati e Intelligenza artificiale

29 Dic 2020

L. O.

Strumenti innovativi basati su cloud e data center, con un occhio puntato anche su Intelligenza artificiale e analisi dei dati. E’ l’obiettivo di Intesa Sanpaolo che sigla gli accordi definitivi con Tim e Google dopo le trattative avviate con il Memorandum of Understanding del 21 maggio scorso. La banca migrerà una parte del sistema informativo sulle infrastrutture cloud dell’azienda Usa, che si appoggeranno sui data center italiani dell’operatore Tlc a Milano e Torino.

A Torino e Milano le due “Cloud Region”

Il progetto, che è stato sottoposto al vaglio delle Autorità competenti come previsto dalla normativa, prevede l’apertura a Torino di un’innovativa infrastruttura tecnologica per l’erogazione dei servizi Google Cloud e la creazione di un importante centro dedicato all’intelligenza artificiale, alla formazione e al sostegno professionale delle start up attraverso iniziative da definirsi insieme tra Intesa Sanpaolo, Google e Tim.

WHITEPAPER
Cloud, omnicanalità e intelligenza artificiale: porta il tuo Contact Center nel futuro
Digital Transformation
Intelligenza Artificiale

La presenza di due Google Cloud Region speculari in Italia, a Milano e Torino, assicurerà a Intesa Sanpaolo la continuità operativa dei servizi cloud di cui necessita. Entrambe le Cloud Region, si legge in una nota, “saranno realizzate secondo le più recenti best practice di sostenibilità ambientale e saranno carbon neutral, nel rispetto delle linee guida del Gruppo Intesa Sanpaolo, condivise da Tim”.

I servizi di Google Cloud consentiranno alle famiglie e alle imprese italiane di tutte le dimensioni, fa sapere ancora una nota, “di usufruire dei vantaggi tecnologici ed economici del cloud computing in modo sicuro e sostenibile, dando un contributo decisivo all’accelerazione della digitalizzazione del Paese”.

Prossima tappa l’Intelligenza artificiale

“Intesa Sanpaolo accelera il suo percorso per diventare una vera e propria Digital Company- dice Massimo Proverbio, Chief IT, Digital & Innovation Officer di Intesa Sanpaolo -. L’accordo ci consentirà di servire, sempre più rapidamente, famiglie e imprese con strumenti innovativi, facili da usare in linea con le crescenti esigenze di digitalizzazione del Paese. L’apertura di due Region Cloud, basate sulle più avanzate soluzioni di Google in Data Center di Tim, fornisce a Intesa Sanpaolo un vantaggio competitivo rilevante sia perché abilita una più veloce adozione del cloud sia perché ci posiziona come leader, anche in ambito tecnologico, in Europa”.

Secondo Proverbio la collaborazione con Tim e Google consentirà alla banca di promuovere e accelerare la diffusione della cultura digitale all’interno del Gruppo. “Le iniziative infatti non si limitano al cloud – dice il manager -, ma potranno svilupparsi in ulteriori ambiti tecnologici quali l’analisi dati e l’Intelligenza Artificiale; il nostro obiettivo è creare un percorso virtuoso che valorizzi le professionalità che abbiamo oggi e che vorremo avere domani valorizzando le competenze presenti sul territorio anche grazie al supporto del Politecnico di Torino”.

Soluzioni all’insegna della security

“Gli accordi firmati oggi con Intesa Sanpaolo e Google Cloud rappresentano un importante passo avanti all’interno del più ampio progetto che Tim sta realizzando nell’ottica di dotare il Paese delle infrastrutture digitali adeguate a far crescere le nostre imprese – dice Carlo D’Asaro Biondo, Executive Vp – Partnerships, Alliances and Tim Cloud Project -. Il cloud rappresenta una soluzione strategica per tutte le aziende e le istituzioni che potranno beneficiare di soluzioni all’avanguardia in grado di fornire i più elevati standard di sicurezza e riservatezza. Grazie ai nostri Data Center e ai recenti investimenti in soluzioni cloud e servizi professionali siamo convinti di poter contribuire in maniera significativa all’abilitazione di nuovi servizi che semplificheranno la PA e il modo di fare impresa, accelerando al tempo stesso la diffusione della cultura digitale a tutti i livelli”.

“Siamo lieti di contribuire, insieme a Tim, alla trasformazione digitale di Intesa Sanpaolo – dice Fabio Fregi, Head of Google Cloud Italy -. Il Cloud di Google è risultato il più idoneo a garantire l’estrema affidabilità richiesta ad una banca sistemica. Riteniamo che i servizi e le infrastrutture cloud possano supportare l’evoluzione del sistema Industriale, Bancario e Pubblico italiano e le due Cloud Region di Google potranno sostenere la crescita digitale ed economica del nostro paese nei decenni a venire, al servizio delle aziende italiane che vorranno perseguire obiettivi di trasformazione come Intesa Sanpaolo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4