Europa digitale a misura di cittadino: al debutto la piattaforma di partecipazione - CorCom

IL PROGETTO

Europa digitale a misura di cittadino: al debutto la piattaforma di partecipazione

Online il 19 aprile il sistema multilingue che consentirà di prendere parte al dibattito sulle politiche dell’Unione in vista della “Conferenza sul futuro” che si inaugura il 9 maggio. Per la prima volta gli utenti potranno proporre idee e creare eventi grazie a una mappa interattiva

08 Apr 2021

L. O.

Conto alla rovescia per la “Conferenza sul futuro dell’Europa” che si inaugura il 9 maggio. Dal 19 aprile il progetto che permette ai cittadini di partecipare alla ridefinizione delle politiche e delle istituzioni dell’Unione europea conterà anche su una piattaforma digitale aperta a tutti dal motto “Il futuro è nelle tue mani”. I cittadini europei avranno così la possibilità di esprimere – ognuno nella propria lingua – le loro opinioni su qualsiasi argomento che considerano importante e per la prima volta potranno proporre le loro idee, commentare quelle di altri e creare eventi grazie a una mappa.

Dibattito aperto e inclusivo

“Con questa piattaforma offriamo gli strumenti per dare a tutti la possibilità di impegnarsi attivamente in questo dibattito e faremo in modo che queste idee alimentino l’analisi e le conclusioni della Conferenza”, ha detto l’eurodeputato belga Guy Verhofstadt (Renew), co-presidente del Comitato esecutivo a nome del Parlamento europeo.

WHITEPAPER
Quali sono le prospettive del futuro per il lavoro agile?
Digital Transformation
Risorse Umane/Organizzazione

“La piattaforma sarà l’hub centrale della Conferenza – si legge in una nota -, uno spazio dove raggruppare e condividere tutti i contributi, compresi gli eventi locali, gli incontri dei cittadini e le sedute plenarie”.

Il Comitato esecutivo della Conferenza ha concordato il metodo di lavoro, discusso sulle regole per le sessioni plenarie e ha continuato la preparazione dell’evento inaugurale che si terrà nella Giornata dell’Europa il prossimo 9 maggio. Si riunirà di nuovo il 21 aprile.

Come funziona la piattaforma

Un sistema sviluppato per la gestione dei feedback raccoglierà e analizzerà i punti principali sollevati, in modo che possano essere presi in considerazione anche durante gli incontri dei cittadini e le plenarie della conferenza. La piattaforma fornirà anche informazioni sulla struttura e il lavoro della Conferenza, così come delle risorse per gli organizzatori di eventi come un catalogo degli eventi principali dove promuovere le loro iniziative a livello locale, regionale, nazionale ed europeo. I cittadini potranno facilmente cercare gli eventi a cui desiderano partecipare grazie a una mappa.

Spazio unico digitale per il dibattito

“Abbiamo bisogno di rendere questa discussione il più vivace possibile – dice ancora Verhofstadt -, e in tempi di Covid ciò significa sperimentare il più possibile nelle piattaforme digitali”.

“La piattaforma digitale porterà gli europei nello spazio pubblico – dice Ana Paula Zacarias, Segretaria di Stato portoghese per gli Affari Ue -. Permetterà loro di esprimere le loro preoccupazioni, di condividere i loro sogni e le loro aspettative e di impegnarsi con i loro rappresentanti. L’Unione ha bisogno del potere dei suoi cittadini perché sia più forte. Questo è un momento decisivo, che ci permetterà di discutere opinioni diverse con franchezza e senza tabù”.

“Il lancio della piattaforma digitale – dice Dubravka Šuica, vp della Commissione per la democrazia e la demografia -:  fornirà uno spazio unico ai nostri cittadini per partecipare a conversazioni e dibattiti in tutta Europa. Permetterà alle persone di condividere le loro idee, preoccupazioni, speranze e sogni”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA