Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SOCIAL NETWORK

Facebook sfida Linkedin: pronto il lancio della versione business

Nei prossimi mesi sarà pienamente operativo il nuovo social per aziende e professionisti. Con pochi dollari al mese si potranno avere servizi premium, come tool di analytics e assistenza clienti

10 Dic 2015

Andrea Frollà

Facebook at Work. Si chiama così la versione business del popolare social network a cui stanno lavorando da tempo gli esperti della compagnia e che, dopo un anno di test, dovrebbe essere lanciata nei prossimi mesi. Il nuovo formato per aziende e professionisti si andrà ad affiancare a quello già esistente e nulla dovrebbe cambiare dal punto di vista delle funzioni basilari. Quindi non spariranno i like, la chat o i news feed.

“Direi che il 95% di quello che abbiamo sviluppato per Facebook sarà adattato anche per Facebook at Work“, ha spiegato Julien Codorniou, responsabile delle partnership per piattaforme globali di Facebook.

La differenza vera starà nel fatto che gli utenti di Facebook at Work avranno un profilo diverso da quello usato per Facebook. Naturalmente la versione business avrà caratteristiche esclusive, come ad esempio nuovi strumenti e funzionalità per la sicurezza.

Per il momento la versione beta del nuovo sito è accessibile solo su invito ed esclusivamente alle aziende. Oltre 300 società, tra cui Heineken e Royal Bank of Scotland, utilizzano già la versione beta di Facebook at Work e presto inizierà a usarla anche Club Mediterranee.

L’apertura del servizio definitivo dovrebbe prevedere l’introduzione di un canone mensile di pochi dollari al mese per usufruire di servizi premium, come tool di analisi e assistenza clienti dedicata. Non è un caso che Facebook stia puntando fortemente su questa nuova veste: secondo la società di ricerca Idc il mercato dei servizi per la ricerca di lavoro online, che oggi annovera tra i big Linkedin e Monster Worldwide, vale circa 6 miliardi di dollari all’anno.

Articolo 1 di 2