Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Il “ritorno” di BT nel mobile: la prima offerta è un contratto Sim-only

Mentre attende il via libera per il deal con EE, British Telecom porta sul mercato Uk un abbonamento Sim-only: chiamate, sms e traffico dati 4G ma senza il cellulare. Le offerte più convenienti (5 sterline al mese) riservate a chi è già cliente BT

25 Mar 2015

Patrizia Licata

British Telecom muove i suoi primi passi nel mercato mobile consumer (dopo esserne uscita con lo spin-off della unit mobile più di dieci anni fa), mentre aspetta ancora il via libera dei regolatori sull’acquisizione di EE.

BT ha annunciato il lancio di un abbonamento Sim-only, che dà a chi lo sottoscrive chiamate, sms e traffico dati ma senza il cellulare; le offerte più convenienti sono riservate a chi è già cliente BT, con prezzi che partono da sole 5 sterline al mese.

Come noto, BT, il maggior fornitore britannico di servizi di rete fissa e banda larga, si è accordato per l’acquisizione di EE, il maggior operatore mobile del paese, da Orange e Deutsche Telekom per 12,5 miliardi di sterline. La fusione con EE riporterebbe l’ex incumbent a una posizione di forte dominio di mercato.

Per questo le telco concorrenti, preoccupate dal nuovo peso di BT sul mercato mobile che si aggiunge a quello nella fornitura di infrastrutture wholesale, hanno chiesto ai regolatori di intervenire nel deal imponendo condizioni e limitazioni, se non addirittura lo scorporo delle attività di rete di BT (che fanno capo alla divisione Openreach).

BT ha fatto sapere che fornirà ulteriori dettagli sulla sua nuova offerta mobile dopo che sarà completata l’acquisizione di EE.

“Offrire ai clienti di BT il contratto dati 4G di maggior valore in Uk è un ottimo modo per iniziare il nostro percorso per tornare ad essere un grande player sul mercato mobile consumer”, ha dichiarato John Petter, chief executive di BT consumer.

Solo due giorni fa, Bloomberg anticipava che BT avrebbe introdotto questa settimana un servizio wireless 
per i consumatori britannici espandendosi di fatto nel settore quad-play, unendo la telefonia mobile alla telefonia fissa, alla banda larga e alla Tv, che già propone. Bloomberg scriveva che BT in questa prima fase affitterà la 
capacità di rete da EE in base a un accordo wholesale firmato prima che BT si accordasse con l’operatore mobile per la sua acquisizione.

Il ritorno di BT sul mercato mobile giunge all’interno di una fase di forte consolidamento del settore telecom in Gran Bretagna: ieri Telefonica ha siglato l’accordo con Hutchison Whampoa per cedere al gruppo asiatico il suo operatore mobile O2 Uk. La trattativa esclusiva tra le due società, iniziata a gennaio, si è chiusa sulla cifra di 10,25 miliardi di sterline.

Articolo 1 di 4