STRATEGIE

Italgas, a fine 2022 rete digitalizzata. In arrivo anche la manutenzione predittiva

Vicino il completamento dell’installazione degli smart meter. L’Ad Paolo Gallo: “Nuovo dna dalla trasformazione di asset e processi e dal reskilling”. Benedetta Navarra nuovo presidente del cda

26 Apr 2022

Patrizia Licata

giornalista

paolo gallo italgas

Alla fine del 2022 la rete di Italgas sarà quasi completamente digitalizzata: l’azienda è vicina al completamento del piano di installazione dei contatori digitali intelligenti. Lo ha affermato l’amministratore delegato di Italgas, Paolo Gallo, intervenendo all’assemblea degli azionisti. Il gruppo ha messo in campo un investimento di circa 1,4 miliardi di euro tra il 2021 e il 2027 per la digitalizzazione degli asset.

L’Assemblea ordinaria degli azionisti di Italgas, che si è riunita a Torino sotto la presidenza di Alberto Dell’Acqua,offre l’opportunità per tirare le somme di questi sei anni di crescita ininterrotta che rappresentano anche il miglior presupposto per continuare lungo lo stesso percorso. La trasformazione digitale di asset e processi, insieme al reskilling delle persone hanno cambiato profondamente il Dna di questa società, pur rimanendo fedele alle proprie radici. Abbiamo rafforzato la nostra leadership e il nostro ruolo di benchmark internazionale nonostante le grandi difficoltà del momento storico che il mondo sta attraversando”.

Picarro, il Digital lab di Italgas e gli algoritmi predittivi

Dallo scorso marzo Italgas è azionista di minoranza e cliente principale di Picarro Surveyor, società statunitense che fornisce software intelligenti per le rilevazioni della presenza di gas in aria, acqua e terra e di cui Italgas era già partner dal 2019. La tecnologia di Picarro permette il rilevamento delle perdite di gas con “una capacità mille volte superiore alle tecnologie tradizionali, con una sensibilità di identificazione di 1 su un miliardo di particelle d’aria”.

WHITEPAPER
Digital Supply Chain. Come contrastare l'imprevedibilità della filiera?
Amministrazione/Finanza/Controllo
Digital Transformation

Si tratta di perdite anche minuscole che per legge “non sarebbero nemmeno da considerare”, ha proseguito Gallo, “ma noi le identifichiamo e le ripariamo e riusciamo ad avere una mappatura più puntuale sullo stato delle reti e di effettuare manutenzioni di tipo predittivo”.

Non è un lavoro banale e Italgas riesce ad ottenere questa accuratezza, ha spiegato l’Ad, grazie ai team della sua Digital factory dove sta “sviluppando algoritmi partendo da questi milioni di dati in grado di identificare potenziali correlazioni e darci capacità di effettuare una manutenzione predittiva delle reti”.

Approvati dagli azionisti i risultati di bilancio

L’Assemblea degli azionisti ha confermato l’Ad Gallo e eletto presidente del Consiglio di amministrazione Benedetta Navarra, che subentra all’uscente Alberto Dell’acqua, e approvato il bilancio di esercizio di Italgas Spa al 31 dicembre 2021, che chiude con un utile netto di 239,6 milioni di euro (214,8 milioni di euro nel 2020).

L’Assemblea ha anche esaminato il bilancio consolidato del gruppo Italgas al 31 dicembre 2021, che chiude con un utile netto attribuibile al gruppo di 362,8 milioni di euro (384,6 milioni di euro nel 2020 secondo i valori 2020 restated) ed un utile netto adjusted attribuibile al gruppo di 367,7 milioni di euro (347,0 milioni di euro nel 2020, valori restated).

“Voglio per questo ringraziare gli azionisti di Italgas per la condivisione degli obiettivi, l’apprezzamento dell’azione svolta e la fiducia accordatami che mi permette di continuare a guidare Italgas in questa fase di svolta per il settore dell’energia e il raggiungimento dei target climatici”, ha affermato Gallo.

Nuove nomine per il Cda

Il consiglio di amministrazione di Italgas, a parte l’amministratore delegato Paolo Gallo e Shen Qinjing, è stato completamente rinnovato. Oltre alla presidente Benedetta Navarra, siedono ora in Cda Maria Sferruzza, Manuela Sabbatini, Claudio De Marco e Lorenzo Parola, nomi tutti indicati nella lista congiunta di Cdp Reti e Snam, titolari complessivamente del 39,49% del capitale, che ha ricevuto la maggioranza dei voti (59,07%) in assemblea. Li affiancano Fabiola Mascardi e Gianmarco Montanari, indicati nella lista presentata dall’azionista Inarcassa, titolare dell’1,37% del capitale di Italgas, che ha ricevuto il 40,41% dei consensi.

Compongono il Collegio sindacale la presidente Giulia Pusterla, gli effettivi Paola Maria Maiorana e Maurizio Di Marcotullio, affiancati dai supplenti Stefano Fiorini e Barbara Cavalieri. Pusterla e Cavalieri sono stati indicati da Inarcassa, gli altri membri invece dalla sola Cdp.

Il nuovo consiglio resterà in carica per 3 esercizi, fino all’assemblea per l’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2024.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

P
paolo gallo

Aziende

I
italgas

Approfondimenti

D
digitalizzazione
E
energia
S
smart meter

Articolo 1 di 4