Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

La svolta “etica” di Zuckerberg, per i dipendenti arriva il bonus sociale

Il premio non sarà più correlato alla crescita di revenue e iscritti, ma ai risultati conseguiti sul fronte privacy e fake news. Ma quantificare i nuovi criteri non sarà facile

06 Feb 2019

L. O.

Stop ai bonus legati alla crescita dell’azienda, largo ai bonus connessi ai “temi sociali”. E’ la svolta che Facebook si prepara a mettere in atto per rilanciarsi sui fronti che ne hanno minato la credibilità negli ultimi tempi: dalle problematiche legate alla privacy alla diffusione di fake news, dalla disinformazione all’incitamento all’odio. Lo ha annunciato il Ceo Mark Zuckerberg nel corso di un incontro con stakeholder e dipendenti che si è tenuto presso la sede di Menlo Park, California, all’indomani dei festeggiamenti per i 15 anni di vita dell’azienda.

I nuovi criteri per misurare la perfomance dei 36mila dipendenti scatteranno già entro la prima metà del 2019.

Ma non è ancora chiaro come verranno “misurati” gli eventuali miglioramenti conseguiti dai dipendenti sul terreno dei “problemi sociali”. Ancora impossibile, dunque, prevedere l’impatto sui compensi: i nuovi parametri sono ancora tutti da mettere a punto: si prevede che la nuova formula sarà affidata al comitato di governance.

Finora Facebook ha valutato la performance dei dipendenti basandosi sui 6 fattori fra cui la crescita del numero degli utenti, i risparmi ottenuti grazie a una maggiore efficienza, il miglioramento della qualità dei prodotti e del brand.

“Facebook ora passa dal focus sulla crescita di ricavi e utenti al focus sul cambiamento”, spiega il portavoce del social. “Negli ultimi due anni abbiamo cambiato radicalmente il modo in cui gestiamo Facebook – dice la società in un comunicato -. Si tratta di un cambiamento a garanzia dei progressi messi in campo sulle principali questioni sociali”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

B
bonus
F
facebook
F
fake news
H
hate speech

Articolo 1 di 2