L'ANALISI

Mobile experience, Vodafone fa il pieno secondo il report di Tutela. Ma Iliad incalza

La telco primeggia anche per copertura 4G/5G, anche se il primo posto per coverage totale va a Tim. Condiviso con la società di Xavier Niel – che debutta in Asstel – l’oro per la qualità dei servizi base

15 Dic 2021

Veronica Balocco

home

E’ Vodafone l’operatore che offre la miglior esperienza mobile complessiva in Italia. Lo afferma il report “Global state of mobile experience” di Tutela, società indipendente di dati crowdsourcing che misura e analizza l’esperienza degli utenti sulle reti mobili.

Secondo l’indagine, basata su oltre 4,2 milioni di test di velocità e latenza, condotti tra maggio e ottobre 2021 sugli smartphone di utenti reali di operatori mobili nazionali all’interno delle aree comuni di copertura, Vodafone è risultata vincitrice grazie in particolare al 77,2% diExcellent consistent quality”, parametro che indica la percentuale di campioni per operatore con una qualità tale da poter usare servizi ad alta qualità come streaming video 1080p, videochiamate di gruppo HD e mobile gaming in tempo reale. 

A spiccare nel quadro delle performance italiane, tuttavia, è anche Iliad, la telco del gruppo di Xavier Niel, con cui Vodafone condivide il primato nella categoria “Core consistent quality” e che ha ottenuto punteggi di rilievo in tutte le metriche. Tim si distingue invece per copertura totale del territorio.

I parametri analizzati

Il parametro “Excellent consistent quality”, in particolare, vede Vodafone al primo posto con una percentuale del 2,6% superiore a Tim, seconda classificata, superiore del 4% rispetto a Iliad e del 4,1% rispetto a Wind.

WEBINAR
18 Ottobre 2022 - 15:00
Strategia Omnicanale: quanto la conosci e la usi? Sfide e strategie per essere un passo avanti
Digital Transformation
Intelligenza Artificiale

Anche per la “Core consistent quality”, il parametro sulla qualità di servizi di livello più base come streaming video SD, condivisione di social media e navigazione web, Vodafone conquista il primo posto, ma qui il primato è condiviso con Iliad con l’89,4%. Tim è al terzo posto con l’89,1%, mentre WindTre è al quarto con l’86,0%.

In ambito “Coverage score”, invece, è Tim l’operatore che primeggia in termini di copertura totale: la telco in questo ambito raggiunge infatti il punteggio di 587, seguita da Vodafone e WindTre, alla pari a 579. Vodafone supera però i competitor per la migliore copertura 4G/5G, con un punteggio di 560 su 1000.

Il “Video experience score” è infine il nuovo parametro preso in considerazione da Tutela: nata per misurare la qualità dell’esperienza che gli utenti hanno nello streaming video, la metrica vede emergere Vodafone con un punteggio  di 3,84.

Per Vodafone si tratta del secondo riconoscimento in poco tempo sulla mobile experience offerta agli utenti: solo poche settimane fa aveva infatti ottenuto un analogo risultato nell’indagine promossa da Open Signal. Nel report “Italy – Mobile network experience report C2 General november 2021”, la società che analizza e valuta le reti mobili in tutto il mondo aveva assegnato a Vodafone cinque riconoscimenti su sette per la qualità dell’esperienza di rete mobile degli utenti. La telco, in particolare, aveva ottenuto il più alto punteggioper la miglior esperienza di visione video, la miglior esperienza di gioco, la miglior esperienza di voce in app, la maggior velocità in download e la maggior disponibilità di copertura 4G.

“Puntare su accessibilità economica, non solo sulla tecnologia”

L’industria delle telecomunicazioni italiana ha attraversato grandi cambiamenti nell’ultimo anno e ha recentemente dimostrato la sua abilità su scala globale nel fornire la migliore esperienza mobile possibile ai suoi utenti – commenta Tutela -. A novembre, il governo italiano ha annunciato che saranno investiti 2 miliardi per estendere e aggiornare le reti 5G entro il 2026, con il piano generale che tutte le aree d’Italia, comprese le aree remote, avranno accesso alla rete più recente a una velocità di almeno 150 Mbps. Sebbene questa nuova rete sia la via da seguire, per continuare a rendere il 5G accessibile a tutti, gli operatori devono anche tenere conto dell’accessibilità economica per tutti”

Iliad entra in Asstel

Iliad fa il suo ingresso in Asstel. “Credo sia il momento giusto per portare la nostra visione anche all’interno di Asstel – spiega il ceo di Iliad Italia, Benedetto Levi – Il ruolo delle aziende di telecomunicazione è quanto mai cruciale in questo momento per lo sviluppo digitale e il futuro dell’Italia. Le posizioni e le azioni di iliad saranno guidate come sempre, dai nostri valori distintivi: semplicità, trasparenza e innovazione”.

“Asstel si conferma la casa della filiera delle Tlc –  si legge in una nota dell’associazione – Negli anni, infatti, si è impegnata in prima linea a rappresentare e sostenere il settore nel suo complesso e oggi accompagna le imprese e le persone che lo compongono nel processo di trasformazione digitale, per affrontare la sfida dell’innovazione sviluppando servizi nuovi, a beneficio dei cittadini e dell’intero Paese e riattivare il circuito virtuoso tra competenze, innovazione, investimenti, nuovi servizi e generazione di valore”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link