Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Rcs, Gazzetta Tv verso la chiusura. Cioli: “Sarà trasferita su web”

Dopo appena 10 mesi il gruppo dirà addio al canale 59 del digitale terrestre, spostando i contenuti online. L’annuncio dell’ad: “Modello non sostenibile a lungo termine, stiamo studiando una strategia di exit”

21 Dic 2015

Andrea Frollà

“Accendete la tv, sintonizzatevi sul canale 59 del digitale terrestre e preparatevi a guardare la Gazzetta”. Con questo messaggio il 23 febbraio scorso La Gazzetta dello Sport annunciava il lancio del proprio canale televisivo, ma a soli 10 mesi di distanza l’esperienza sta per giungere al termine, almeno in tv. L’annuncio della prossima chiusura delle trasmissioni è arrivato da Laura Cioli, amminsitratore delegato del gruppo Rcs che controlla lo storico quotidiano sportivo.

“Sulla Gazzetta Tv stiamo facendo le nostre valutazioni. Non vedo onestamente una sostenibilità nel futuro con questo modello – ha spiegato l’ad -. Ci stiamo muovendo verso una strategia di uscita, sarà il meglio che potremo fare per mantenere il valore dell’esperienza fatta, trasferendo questa piattaforma su web e su mobile”.

Il management di Rcs punta dunque sul digitale per rilanciare la televisione tematica de La Gazzetta che attualmente trasmette sul canale 59 del digitale terrestre. La decisione si inserisce nel nuovo piano industriale del gruppo Rcs, uscita dal cda del 18 dicembre, di cui fa parte anche la dismissione delle frequenze spagnole di Veo Television.

Cioli, alla guida dallo scorso 27 ottobre, ha anche annunciato che entro la fine di gennaio i contenuti del sito del Corriere della Sera diventeranno a pagamento secondo la formula metered paywall: ci sarà un numero predefinito di articoli che potranno essere letti gratuitamente e superata la soglia bisognerà pagare.