Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL CASO

Samsung “spegne” per sempre il Galaxy Note 7. E punta tutto sulla generazione 8

Entro fine mese un aggiornamento software che disabilita la ricarica delle batterie del device. Intanto sale l’attesa per il debutto del Galaxy S8 previsto il 29 marzo

27 Mar 2017

F.Me

A pochi giorni dalla presentazione, il 29 marzo, del Galaxy S8 il telefono del rilancio, Samsung “spegne” definitivamente il Galaxy Note 7, lo smartphone le cui vendite sono state sospese per problemi alla batteria. Dopo una serie di richiami e un programma sostituzione, l’azienda coreana ha deciso infatti di inviare un aggiornamento software entro la fine del mese che disabilita la ricarica delle batterie su tutti i Galaxy Note 7 del mondo.

L’unico modo per poter usare lo smartphone sarà tenerlo sempre collegato alla presa di corrente facendolo di fatto diventare un telefono fisso. Nonostante la sospensione delle vendite, il richiamo e il divieto d’uso in aereo, alcuni utenti nel mondo lo hanno tenuto forse per collezionismo. Intanto, in attesa del lancio del Galaxy S8 previsto il 29 marzo a New York, si moltiplicano le indiscrezioni in rete. Tra le novità principali dovrebbe esserci l’assistente personale Bixby, con cui Samsung punta a sfidare Siri di Apple.

Ma l’effetto Note 7 potrebbe impattare anche sulle vendite del Samsung Galaxy S8 che potrebbero rimanere al di sotto dei numeri registrati dal precedente modello di punta dalla casa Sud-coreana. La previsione del calo delle vendite viene da Ming-Chi Kuo, analista di Kgi Securities, che svela alcune specifiche del nuovo dispositivo sudcoreano. Per l’anno fiscale 2017 l’analista prevede che il Galaxy S8 riporterà vendite tra i 40 e i 45 milioni di unità a livello globale, rispetto ai 52 milioni registrati dal Galaxy S7 del 2016. Quest’ultimo, sostiene Ming-Chi, ha beneficiato di un lancio anticipato rispetto al successore, oltre che del fatto di essere l’unico dispositivo Samsung di fascia alta dopo il ritiro dagli scaffali del Note 7. “Siamo prudenti sulla domanda per il Galaxy S8 – sottolinea l’analista – Consigliamo invece di concentrarsi sulle prospettive di vendita dell’iPhone con schermo Oled“.

Il riferimento è al nuovo modello di casa Apple, che secondo i rumor dovrebbe arrivare a costare oltre mille dollari e che dovrebbe essere svelato dalla casa di Cupertino in autunno per celebrare i dieci anni del melafonino.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link