IL PROGETTO

Smart road: Leonardo, Fincantieri e Almaviva fanno squadra per la sicurezza delle infrastrutture

Si punta alla progettazione di soluzioni digitali e innovative per il monitoraggio statico e dinamico delle reti “critiche” anche e soprattutto tenendo conto dell’avvento della guida assitita e autonoma

17 Feb 2022

L. O.

digitale-mobilità

Spinta innovativa alla mobilità stradale italiana. E’ l’obiettivo dell’accordo di collaborazione siglato tra Leonardo, Almaviva e Fincantieri, attraverso la propria controllata NexTech, per proporre soluzioni digitali, integrate e innovative, applicate al monitoraggio statico e dinamico e alla sicurezza delle infrastrutture critiche di trasporto del Paese.

I progetti in campo

L’intesa verterà, in particolare, sullo “Structural Health Monitoring” e “Road Asset Management” delle strutture a supporto della mobilità stradale, con l’applicazione di sistemi per il controllo statico e dinamico di strutture e impianti, e sulla smart road, che consente la comunicazione e l’interconnessione tra i veicoli e lo sviluppo di soluzioni e servizi finalizzati all’incremento della sicurezza dei viaggi, attraverso la guida assistita e, a tendere, la guida autonoma.

WHITEPAPER
Quali caratteristiche delle VDI garantiscono un aumento di produttività
Datacenter
Virtualizzazione

Le soluzioni frutto della collaborazione, rivolte a tutti gli attori del settore stradale e autostradale, tra cui i gestori delle infrastrutture e le Authority, nonché ai soggetti pubblici deputati alla programmazione e al controllo, intendono mettere a disposizione del Sistema-Paese una capacità di esecuzione reale e concreta per l’ammodernamento delle reti di mobilità.

Cosa prevede l’accordo di collaborazione

Le parti definiranno una strategia commerciale congiunta e coopereranno per garantire la sicurezza degli asset strategici del Paese al fine di promuovere e accrescere il made in Italy in un contesto altamente competitivo oggi dominato da player esteri.

Per Leonardo l’accordo si integra con quello stipulato nel luglio 2021 per aderire alla rete di imprese denominata “Mille Infrastrutture”, costituita da aziende ed enti italiani del settore caratterizzati da alta e specialistica competenza.

L’intesa, che estende il perimetro di attività dell’accordo firmato tra Almaviva e Fincantieri nel 2021, potrà essere oggetto di successivi specifici accordi che le parti definiranno nel rispetto della normativa applicabile ivi inclusa quella in materia di operazioni tra parti correlate.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2