Spinta digitale per il trasporto aereo, via ai sistemi anti-coda - CorCom

INNOVAZIONE

Spinta digitale per il trasporto aereo, via ai sistemi anti-coda

Report Sita: in continuo aumento il traffico globale. Barbara Dalibard: “Soluzioni low touch e contactless per sostenere la ripresa nel new normal”

05 Ago 2020

L. O.

Viaggi in aereo più sicuri nel new normal con sistemi IT smart. Emerge dal report Runway for Future Operations di Sita, secondo cui con la ripresa dei viaggi diventano strategiche le soluzioni di gestione passeggeri e di frontiera low-touch e contactless.

“Servono automazione delle operazioni per ridurre code e punti di contatto in aeroporto e sistemi IT agili ed elastici – dice Barbara Dalibard, Ceo di Sita fornitore globale di tecnologia per il trasporto aereo -. In questo modo si accresce l’efficienza e consentendo di gestire rapidamente i flussi spesso incerti di viaggiatori”.

“Ora più che mai – dice ancora la manager – l’industria del settore deve collaborare e innovarsi, per recuperare la fiducia dei viaggiatori e garantire un ritorno nei cieli più sicuro ai passeggeri, i cui volumi torneranno a crescere rendendo ulteriormente difficile il distanziamento sociale. Un viaggio è sicuro se più smart e fluido: diventano strategiche soluzioni di gestione passeggeri e di frontiera low-touch e contactless”.

In aumento il traffico aereo

I passaggi cruciali che gli operatori dovranno attuare per realizzare operazioni “a prova di futuro” a costi sostenibili sono nel report che mostra come, dopo il calo in lockdown, i volumi globali dei voli continuano a crescere. A giugno i volumi globali dei voli sono diminuiti del 69% su base annua, un risultato migliore rispetto all’80% registrato a maggio. Fra l’8 luglio e il 14 luglio il traffico è aumentato per l’ottava settimana consecutiva. Il traffico aereo globale è ora operativo al 45% della sua capacità pre Covid-19.

WHITEPAPER
Migliorare la fatturazione elettronica: vantaggi concreti da AI e ML
Dematerializzazione
Digital Transformation

“L’industria del trasporto aereo deve ottenere di più con molto meno, per poter prosperare in un mercato significativamente ridotto, in cui il numero di passeggeri può essere incerto per gli anni a venire. È urgente che il focus del settore si trasferisca da misure immediate – mascherine e gel sanificanti – a soluzioni più a lungo termine e sostenibili” ha affermato Dalibard. “Per molti scali sarà sufficiente implementare soluzioni aggiuntive alla tecnologia esistente per offrire vantaggi in termini di longevità ed efficienza dei costi, oltre che per affrontare le sfide imposte dal Covid-19. Questa pandemia per i viaggi è paragonabile a un nuovo 11 settembre e il modo in cui risponderemo definirà il settore per i decenni a venire”.

I passi da fare nella sfida post Covid-19

Passeggeri “pronti a volare” prima dell’arrivo in aeroporto. Autorizzazione di viaggio, imbarco bagagli, check-in e altro ancora: sempre più fasi propedeutiche al volo sono svolte prima dell’arrivo in aeroporto, dove i passeggeri arrivano “pronti a volare”. Tale processo è ulteriormente velocizzato grazie all’Health Electronic Travel Authorization, che grazie alla tecnologia di Sita – abilitata tramite biometria – conserva in modo sicuro la dichiarazione sanitaria del viaggiatore, consentendo alle autorità governative di controllarla prima dell’inizio del viaggio. Un’operazione che riduce al minimo i problemi e le code negli aeroporti.

Un transito in aeroporto sicuro e semplice. Un transito in aeroporto privo di intoppi è essenziale per ridurre il rischio di contagio. Sita offre ai passeggeri un’esperienza contactless, grazie alla biometria che registra e identifica i volti attraverso le mascherine indossate e a soluzioni che consentono di usare lo smartphone come “controllo da remoto” per il viaggio. Bag tag contactless e timbri digitali sulle carte d’imbarco ai controlli di sicurezza riducono al minimo la necessità di toccare le apparecchiature o interagire con gli staff.

Più sicuri all’arrivo e oltre. I sistemi Sita consentono di eseguire controlli di frontiera che tengono conto anche degli aspetti sanitari, incrociando le informazioni sull’identità – verificate in precedenza – con i dati su viaggio e stato di salute. Le operazioni di gestione passeggeri tramite gate biometrici o desk tradizionali sono più rapide e prive di contatto, riducendo ulteriormente nello scalo tempi di sosta, livelli di congestione, punti di contatto. Per borse e valigie, i passeggeri ricevono notifiche personalizzate su luogo e orari di riconsegna, in modo da evitare assembramenti al ritiro bagagli, e usano i dispositivi mobili per segnalarne lo smarrimento, controllare gli aggiornamenti sul recupero, e per collegarsi con la compagnia aerea.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4