Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA PARTNERSHIP

Telefonia mobile, ora i servizi si comprano anche in tabaccheria

Accordo Tim-Intesa Sanpaolo per la distribuzione di sim card Kena Mobile attraverso i 3.500 rivenditori convenzionati. Obiettivo: l’espansione all’intera rete nazionale di punti vendita entro i primi mesi del 2019

01 Mar 2019

L. O.

Telefonia mobile, ora i servizi si acquistano anche in tabaccheria. Succede grazie all’accordo siglato da Tim e Intesa Sanpaolo che in questo modo espandono ai punti vendita “fisici” la distribuzione di sim per la telefonia mobile.

Il primo step riguarda Kena Mobile, il brand no frills dei servizi di telefonia di Tim – attraverso la controllata Noverca –  e con Banca 5, la banca di prossimità di Intesa Sanpaolo focalizzata sull’instant banking con una capillare distribuzione di tabaccherie convenzionate sul territorio.

Tutti i clienti che sceglieranno Kena Mobile attraverso il sito kenamobile.it potranno ritirare la sim card nella tabaccheria più vicina convenzionata con Banca 5 presentando il documento d’identità e il QR code ricevuto via mail al termine della procedura online effettuata per attivare il servizio. Il cliente potrà inoltre effettuare contestualmente una ricarica telefonica.

Il servizio è già disponibile in 3.500 tabaccherie, con l’obiettivo di arrivare a coprire l’intera rete composta da circa 16.000 esercizi nei primi mesi del 2019.

“Con questo importante accordo Kena Mobile sperimenta una nuova esperienza di acquisto che unisce strumenti di vendita sia fisici sia digitali – dichiara Franco Frasca, Amministratore Delegato di Noverca – e rafforza la presenza dell’operatore no-frills sul territorio nazionale con modalità multi-canale”.

“La partnership con Kena Mobile rappresenta una tappa fondamentale nel percorso di costante innovazione del modello di servizio rivolto ai nostri clienti – commenta Salvatore Borgese, Chief Business Officer di Banca 5 –. Come prima open phygital bank italiana, infatti, mettiamo a disposizione la nostra piattaforma tecnologica e la nostra rete fisica offrendo piena integrazione di prodotti e processi al mondo fintech ed a tutti i nostri business partner”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5