Trade finance, Crif diventa azionista di we.trade - CorCom

L'OPERAZIONE

Trade finance, Crif diventa azionista di we.trade

Il gruppo specializzato in credit & business information stringe l’alleanza strategica con la joint venture. Metterà a disposizione i suoi servizi, che consentono l’accesso a informazioni finanziarie, commerciali e creditizie su oltre 230 milioni di aziende in tutto il mondo

27 Gen 2021

Veronica Balocco

Nasce una nuova alleanza strategica nel mondo del Trade finance: we.trade, società in joint venture di proprietà di 12 banche e fornitore di tecnologia Ibm, rafforzerà ulteriormente la propria proposta con l’integrazione dei servizi Skyminder di Crif che consentono l’accesso a informazioni approfondite di carattere finanziario, commerciale e creditizio su oltre 230 milioni di aziende in tutto il mondo. Crif diventa così azionista di we.trade insieme a Ibm e agli azionisti bancari già esistenti.

Leader nell’information management

Attualmente Crif è il gruppo leader nell’Europa continentale nel settore delle credit & business information e uno dei principali operatori a livello globale nei servizi integrati di business & commercial information e di credit & marketing management. Crif supporta banche, istituzioni finanziarie, telco & media, energy & utilities, imprese e consumatori in oltre 50 Paesi, grazie alla sua continua innovazione, all’utilizzo delle tecnologie più avanzate e a una solida cultura dell’information management.

Verso transazioni commerciali sempre più semplici

WHITEPAPER
Trasformazione digitale: le tecnologie più rilevanti per supportare la crescita delle aziende
Digital Transformation

“Siamo molto lieti che Crif si unisca a we.trade come ulteriore investitore, contribuendo ad allargare ulteriormente l’ecosistema – dichiara Omer Ahsan, presidente di we.trade -. I servizi di business information e rating di Crif, realtà leader di mercato, completano perfettamente la visione di we.trade di rendere le transazioni commerciali più semplici per acquirenti e venditori. Siamo entusiasti di lavorare con Crif per fare un passo in avanti nel nostro percorso di sviluppo”.

“Siamo contenti di annunciare l’accordo strategico con we.trade – aggiunge Carlo Gherardi, Ceo di Crif -. L’integrazione tra la piattaforma we.trade e l’ecosistema informativo di Crif apporterà un significativo valore aggiunto a tutti gli stakeholder grazie al nostro patrimonio informativo, alle capacità analitiche e alle nostre tecnologie più avanzate. In una fase caratterizzata dall’esplosione dell’economia digitale, grazie a questa operazione Crif integrerà le proprie conoscenze e competenze con un player innovativo e leader nelle piattaforme di trade finance. Crif e we.trade creeranno sinergie che aiuteranno le aziende ad affrontare le proprie sfide, rendendo più semplice e sicuro per acquirenti e venditori gli scambi a livello globale”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3