SPACE ECONOMY

Vodafone e Rakuten insieme per la banda larga “spaziale”

SpaceMobile sarà la prima rete satellitare al mondo a connettersi agli smartphone “standard”. In campo la startup Ast&Science

04 Mar 2020

Patrizia Licata

giornalista

Vodafone e Rakuten insieme per investire nella banda larga spaziale. I due gruppi sono infatti diventati i principali investitori della startup AST&Science con l’obiettivo di estendere la copertura utilizzando la prima rete mobile a banda larga –  SpaceMobile – che verrà trasmessa dallo spazio.

L’obiettivo di SpaceMobile è lanciare una costellazione di satelliti a bassa orbita per collegare a Internet in banda larga e ultralarga le zone del mondo più remote o difficilmente raggiungibili con la fibra ottica, sia nei paesi industrializzati (come le comunità montane e le aree rurali) sia in quelli in via di sviluppo.

Con il marchio SpaceMobile, la rete satellitare a bassa latenza di Ast & Science sarà la prima al mondo a connettersi direttamente agli smartphone standard.

Vasto portafoglio Ip

Una degli elementi più interessanti del progetto è il vasto portafoglio di tecnologia proprietaria che viene incorporata da AST & Science. La start-up, che ha da poco completato un round di finanziamento di serie B cui Vodafone ha contribuito, sta sviluppando una tecnologia che in teoria permette a qualunque cellulare 4G e 5G compatibile di connettersi ai satelliti.

“Vogliamo che nessuno rimanga indietro aggiunge e SpaceMobile può fornire una copertura mobile universale, migliorando ulteriormente la nostra rete leader in Europa e Africa, specialmente nelle aree rurali e durante un disastro naturale o umanitario”, ha affermato Nick Read, Ceo del gruppo Vodafone.

WHITEPAPER
Che differenza c’è tra VPN software e VPN hardware?
Networking
Network Security

Oltre al suo investimento Vodafone ha firmato una partnership strategica e contribuirà con competenze tecniche, operative e normative a supporto dell’implementazione globale della rete.

Prime implementazioni in Africa

“SpaceMobile sarà particolarmente innovativo perché eliminerà le lacune di copertura di cui soffrono ogni giorno gli attuali cinque miliardi di abbonati mobili”, ha detto Abel Avellan, presidente e ceo di Ast & Science. “Aiuterà anche le comunità meno servite del mondo ad accedere ai servizi mobili di ultima generazione molto prima del previsto, aiutando più persone a entrare nell’economia digitale”.

Il progetto è comunque ai primi passi ma Vodafone ha indicato che le prime implementazioni saranno in Africa, dove la topografia e le economie locali rendono le tradizionali realizzazioni delle reti più difficoltose.

“Il nostro investimento è parte di una più ampia strategia per diventare un operatore di rete mobile tra i maggiori in Giappone e un fornitore globale di soluzioni”, ha affermato Mickey Mikitani, chairman e ceo di Rakuten.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

R
Rakuten
V
vodafone

Approfondimenti

S
satelliti