MOBILE PAYMENTS

Misure anti-contagio, Banca Sella lancia i pagamenti via QR Code

Al via il sistema on demand Axerve Pay by Link che consente anche ai piccoli esercenti di rispettare al meglio il distanziamento all’interno dei loro locali. Le transazioni si possono completare anche via e-mail

18 Giu 2020

L. O.

Gestione dei pagamenti a distanza e riduzione dei contatti a tutela della salute di esercenti e clienti. E’ l’obiettivo del nuovo servizio Axerve Pay by Link che lancia Banca Sella, che permette anche alle piccole attività di far pagare i clienti con l’invio di una email o attraverso la scansione di un Qr Code con lo smartphone.

La soluzione, sviluppata da Axerve prevede l’invio di una mail oppure la scansione di un Qr Code attraverso i quali il cliente può procedere direttamente con il pagamento. Una volta attivato il servizio è sufficiente accedere alla dashboard myStore di Axerve che consente la gestione dei pagamenti e selezionare Axerve Pay by Link, inserire l’indirizzo email del cliente, indicare l’importo ed eventualmente altre informazioni aggiuntive come il nome del prodotto o il numero d’ordine. A questo punto il cliente riceverà un’email contenente il link sul quale dovrà cliccare per finalizzare il pagamento tramite la sua carta di credito.

Niente canone o costi fissi

Axerve Pay by Link permette anche di richiedere un pagamento generando un Qr Code sul dispositivo dell’esercente. Il cliente in questo caso dovrà solamente inquadrarlo con la fotocamera del suo smartphone per essere reindirizzato alla pagina di pagamento e concludere l’operazione. Questa modalità può essere affiancata al Pos per gestire, ad esempio, anche i pagamenti per la consegna a domicilio, servizio particolarmente apprezzato in questa fase. Axerve Pay by Link non prevede un canone né costi fissi, ma si paga solo se viene utilizzato.

Con Axerve Pay by Link Banca Sella offre un “ulteriore strumento – fa sapere l’azienda – a disposizione delle attività che si trovano ad affrontare questa fase di ripresa post emergenza coronavirus, dopo aver promosso anche Vidra, servizio che ha permesso alle piccole realtà costrette a chiudere durante il periodo di lockdown di avviare in pochi semplici passi un sito e-commerce poter vendere anche online i propri prodotti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5