NEW MANUFACTURING

5G, Huawei “accende” 1.000 fabbriche: stabilimenti smart per la sfida Industria 4.0

In campo la soluzione 5GtoB che consente di replicare il modello su vasta scala. Si parte dalla Cina a supporto della strategia di Pechino “5G+Internet industriale”

10 Mag 2021

Patrizia Licata

giornalista

smart factory

Huawei connetterà mille stabilimenti produttivi cinesi al 5G per le applicazioni di Industria 4.0, trasformandoli in fabbriche intelligenti. Lo ha annunciato lo stesso fornitore di soluzioni di telecomunicazione, illustrando un piano d’azione con cui “accenderà”, in collaborazione con partner dell’ecosistema, mille smart factory tramite la sua soluzione 5GtoB per supportare l’industrializzazione della Cina. Lo riporta l’agenzia di informazione cinese Xinhua.

Pechino lavora sulla strategia 5G + Internet industriale

“Dopo più di due anni di sperimentazioni, 5GtoB ha risolto molti punti di rottura nella tecnologia e nell’ecologia industriale”, ha affermato Ryan Ding, direttore esecutivo di Huawei e presidente della divisione carrier business. “Trasformeremo alcuni dei siti modello in schemi replicabili su larga scala. Collaboreremo con i nostri partner nell’intera catena industriale per creare mille fabbriche intelligenti 5G”.

INFOGRAFICA
Manufacturing 5.0: ecco i vantaggi della monetizzazione dei dati!
Big Data
IoT

Il governo cinese cita da alcuni anni lo sviluppo di una strategia “5G + Internet industriale nei suoi documenti di programmazione. Secondo la China Academy of information and communications technology, la Cina ha avviato più di 1.100 progetti “5G + Internet industriale” che coprono 22 settori industriali, tra cui la produzione di cemento, l’automotive, la petrolchimica, la siderurgia e l’attività estrattiva.

La soluzione 5GtoB di Huawei

Ding ha ufficialmente presentato la nuova soluzione 5GtoB di Huawei lo scorso febbraio all’evento MWC Shanghai 2021.

Questa soluzione, ha spiegato Huawei in una nota ufficiale, ha lo scopo di creare nuovo valore per ogni player della catena del valore dell’industria. Facendo leva sulla sua esperienza nella connettività, nel calcolo e nella digitalizzazione dell’industria, ha affermato Ding, Huawei ha lavorato con operatori di rete e altri partner industriali per sviluppare una soluzione one-stop che copre vendite, operazioni e servizi: la soluzione 5GtoB. Questa semplificherà le transazioni per gli utenti enterprise, aiuterà le telco a monetizzare le loro rete e permetterà ai partner di innovare e creare valore, dichiara Huawei.

La Huawei 5GtoB Solution include quattro parti: 5GtoB Network, 5GtoB NaaS, 5GtoB App Engine e 5GtoB Marketplace. 5GtoB Network è l’nifrastruttura della soluzione 5G con cui Huawei continuerà a fonnire servizi 5GtoB, come pianificazione, costruzione, manutenzione e ottimizzazione della rete.

Con 5GtoB NaaS le capacità di rete possono essere orchestrate in offerte, facilitando l’utilizzo delle reti 5G per imprese e sviluppatori di applicazioni.

Il 5GtoB App Engine è un centro di innovazione per le applicazioni, in cui sviluppatori di app e integratori di sistema possono accedere alle capacità di rete 5G degli operatori. Fa da ponte tra le capacità di rete 5G e le applicazioni 5GtoB per un sviluppo e avvio agile del servizio.

Infine, spiega Huawei, il 5GtoB Marketplace è un “supermercato digitale tutto-in-uno sul cloud” dove gli utenti enterprise possono acquistare le soluzioni 5G industriali di cui hanno bisogno.

Huawei a Telco per l’Italia 2021

PER ISCRIVERSI CLICCARE QUI

13 maggio ore 17 – Il 5G alla prova dei fatti, quanto vale la partita italiana

La quinta generazione mobile una rivoluzione senza precedenti: dal manufacturing alla sanità, dai trasporti alla cultura, tutto è destinato a cambiare. Ma il cantiere Italia procede al ralenti: come accelerare?

17.00 Mila Fiordalisi, Direttore CorCom

17.05 Alessandro Gropelli, General Director of Strategy & Communications Etno

  1. 15 Dibattito con il player di mercatoModera il direttore di CorCom Mila Fiordalisi

Sabrina Baggioni, Direttore programma 5G Vodafone Italia

Alessio De Sio, Chief Institutional and Communication Officer Zte Italia

Riccardo Mascolo, Direttore Strategia e 5G per le industrie Ericsson Italia

Massimo Mazzocchini, Deputy General Manager Huawei Italia

Luca Monti, 5G & Iot Project Director WindTre

Antonio Morabito, Responsabile Marketing Enterprise Market Tim

Alessio Murroni, VP Sales Europe Cambium Networks

Claudio Santoianni, Marketing & Corporate Affairs Nokia Italia

Gea Smith, Telecoms, Media & Technology Director di Capgemini Italia

18.15 Laura Di Raimondo, Direttore Asstel

18.30 – Dibattito con i politiciModera il direttore di CorCom Mila Fiordalisi

Enza Bruno Bossio, Deputata Partito Democratico, Commissione trasporti e Tlc Camera

Massimiliano Capitanio, Deputato Lega, Commissione Trasporti e Tlc Camera

Maurizio Gasparri, Senatore Forza Italia

Mirella Liuzzi, Deputata Movimento 5Stelle, Commissione Trasporti e Tlc Camera

Federico Mollicone, Deputato e Responsabile Innovazione Fratelli d’Italia

WHITEPAPER
Aumenta la competitività della tua azienda con IoT e RTLS
IoT
Industria 4.0
@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

H
Huawei

Approfondimenti

5
5g
C
cina
I
industria 4-0
T
Telco per l'Italia 2021

Articolo 1 di 5