INDUSTRIA 4.0

Additive manufacturing e digital factory: Cim4.0 in aiuto di Pmi e startup

Il Competence Center di Torino mette a disposizione il proprio know how e le proprie linee pilota. Prevista l’apertura di una postazione digitale per accogliere progetti e soluzioni innovative da testare

05 Feb 2021

Veronica Balocco

Linea_Additive_HD-con-pianta

Il Cim4.0, costituito da Politecnico e Università di Torino unitamente a 23 partner industriali sarà presente, con una propria postazione digitale, alla 15a edizione della Fiera internazionale A&T, dedicata a innovazione, tecnologie e competenze 4.0 e organizzata in modalità online. Saranno accolte pmi e start-up interessate al trasferimento tecnologico e alla formazione 4.0 e insieme si potranno valutare progetti e soluzioni dal carattere innovativo da testare all’interno delle due linee pilota dedicate all’additive manufacturing e alla digital factory.

I rappresentanti di primarie aziende consorziate al Cim4.0, insieme a tutto il team del Competence center, saranno infatti a disposizione delle imprese italiane per raccontare come operano le linee pilota e come queste possono supportare lo sviluppo di processo e di prodotto in ottica 4.0. Accanto alle tecnologie abilitanti c’è la formazione: entrando in contatto nei tre giorni di fiera con i responsabili del Learning hub, il centro di formazione permanente per il trasferimento delle competenze per la digitalizzazione dei processi industriali e dell’impresa, e di Cim4.0 academy, un percorso di alta formazione progettato e realizzato in collaborazione con la Scuola di master e formazione permanente del Politecnico di Torino che garantirà ai partecipanti a fine percorso un certificato che attesta le competenze acquisite, sarà possibile conoscere tutte le opportunità formative e di specializzazione offerte dal Competence center di Torino. Un modello nazionale dedicato allo sviluppo delle competenze verticali, necessarie a guidare la trasformazione digitale delle aziende, e all’aggiornamento di materie e linguaggi propri dell’ecosistema di industria evoluta e competitiva.

Voucher di 4mila euro per il vincitore del Premio innovazione

Il Cim4.0 sarà inoltre protagonista di diversi eventi e convegni inseriti nel programma della manifestazione e, in occasione del Premio innovazione 4.0, riconoscerà al primo classificato un voucher del valore di 4mila euro valido per accedere a percorsi formativi del Learning hub o alla la Cim4.0 academy.

WHITEPAPER
Supply Chain: ecco come ottenere un tracciamento trasparente grazie all'IoT
IoT
Industria 4.0

“La competizione dell’industria italiana, in questo momento così delicato, non può che passare da una forte propulsione legata al miglioramento della produttività e allo sviluppo di prodotti innovativi. Il ruolo dei Competence center risulta centrale per cogliere le opportunità offerte dalla digitalizzazione e dalle tecnologie dell’Industria 4.0 – ha spiegato il ceo di Cim4.0 Enrico Pisino – In particolare, come Competence center focalizzato sulla manifattura additiva e sulla digital factory, supportiamo le imprese che intendono testare le loro soluzioni innovative attraverso le nostre linee pilota e raggiungere così quel Trl 9 necessario per concorrere sul mercato. Eventi come la fiera A&T sono importanti perché consentono di incontrare, seppur da remoto, importanti pmi e start-up innovative aiutandole a compiere un percorso coerente rispetto al piano di transizione 4.0. Il nostro Competence è riuscito, a distanza di un anno e mezzo dalla propria costituzione, a completare la carta dei servizi alle imprese e a strutturare un’offerta formativa ampia e diversificata, un’adeguata cassetta degli attrezzi indispensabile per gestire al meglio la trasformazione tecnologica in atto. Digitalizzare l’industria è quindi un must, soprattutto in questo momento storico di crisi, servono persone competenti, investimenti e strutture come quelle dei Competence center nazionali che, con laboratori all’avanguardia e programmi formativi dedicati, supportano concretamente le imprese nella competizione internazionale e nel processo obbligato di Transizione 4.0”, ha concluso Pisino.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2