Amazon allarga il programma Delivery alle donne: sul piatto 500mila euro - CorCom

L'INIZIATIVA

Amazon allarga il programma Delivery alle donne: sul piatto 500mila euro

Il colosso dell’e-commerce sostiene la parità di genere nel settore logistico. Il fondo è destinato a chi vuole diventare imprenditrice e avviare una propria azienda di consegne. In programma anche un’accademia virtuale in collaborazione con il Mip del Politecnico di Milano

04 Mar 2021

Veronica Balocco

Cinquecentomila euro per le donne italiane che vogliono diventare imprenditrici e avviare una propria azienda di consegne. E’ il fondo messo a disposizione da Amazon nell’ambito del programma Delivery service partner, dedicato ai fornitori di servizi di consegna, con l’obiettivo di sostenere la parità di genere nel settore logistico.

A conferma del supporto delle piccole e medie imprese italiane, in occasione della Festa delle donne, Amazon organizza un’accademia virtuale, parte integrante del programma gratuito Accelera con Amazon, progettata in collaborazione con Mip Graduate school of business – Politecnico di Milano, Valore D ed esperti di Amazon e Amazon web services (Aws), per fornire strumenti e competenze a imprenditrici che desiderano accelerare o rilanciare il proprio business online. Inoltre, i clienti Amazon.it potranno conoscere le storie di imprenditrici che hanno avuto successo e supportare l’imprenditoria femminile acquistando i prodotti presenti nella vetrina dedicata dello store disponibile al link Amazon.it/festadelledonne per tutto il mese di marzo.

Fino a 15mila euro per coprire i costi di avviamento

Lo scorso mese di ottobre, Amazon ha lanciato il nuovo programma Delivery service partner per supportare gli aspiranti imprenditori nell’avvio della propria azienda di consegne. Ora Amazon amplia il progetto con questa nuova iniziativa a sostegno della parità di genere, in base alla quale le aspiranti imprenditrici potranno beneficiare di incentivi fino a un massimo di 15mila euro per coprire i costi di avviamento, in aggiunta al pacchetto di offerte e agevolazioni esclusive dedicato a chi entra a far parte del programma.

WHITEPAPER
Le 10 regole per migliorare la gestione fornitori
Acquisti/Procurement
Retail

Amazon supporterà le nuove imprenditrici ad avviare la propria azienda di consegne affidando loro le spedizioni, mettendo a disposizione avanzate tecnologie per le consegne, la formazione sul campo e agevolazioni su un’ampia gamma di beni e servizi forniti da terzi che includono i veicoli per le consegne e divise brandizzati Amazon, e coperture assicurative. Amazon stima che nell’ambito del programma Delivery service partner un’azienda di consegne possa raggiungere profitti annui tra i 60mila e i 140mila euro operando con una flotta da 20 a 40 veicoli. Questo programma rappresenta una grande opportunità per chi desidera avviare una propria azienda e creare la propria squadra di lavoro in un settore in rapida crescita come quello della logistica.

Nessuna esperienza richiesta: “Bastano capacità di leadership e positività”

Per entrare nel programma non è richiesta esperienza nella logistica. I candidati ideali sono determinati, dotati di capacità di leadership e hanno un atteggiamento positivo capace di ispirare i propri dipendenti. “Nell’ambito del nostro impegno nel contrastare le differenze di genere e promuovere le pari opportunità, siamo davvero felici di offrire questo nuovo incentivo rivolto alle donne che entreranno nel programma e che rappresenta un’opportunità concreta per la crescita dell’imprenditoria femminile in Italia” ha dichiarato Gabriele Sigismondi, responsabile di Amazon Italia Logistics. “Con questo fondo di 500mila euro offriremo un supporto ulteriore alle imprenditrici che hanno sempre desiderato avviare una propria azienda e guidare un team”.

Accademia virtuale per accedere a strumenti e competenze

Le opportunità per le imprenditrici o neo imprenditrici alla guida di piccole e medie imprese vengono anche dall’espansione dell’e-commerce. Per supportarle, il prossimo 10 marzo, dalle 10 alle 12, Amazon terrà una accademia virtuale gratuita, nel corso della quale sarà possibile accedere a strumenti e competenze messi a disposizione da esperti del settore arricchiti da preziose testimonianze condivise da imprenditrici presenti su Amazon.it. Attraverso la partecipazione di Riccardo Mangiaracina, direttore International Flex Emba al Mip Politecnico di Milano, i partecipanti potranno ricevere informazioni sull’evoluzione del mercato ecommerce B2C in Italia, sulla rilevanza strategica del commercio elettronico, nonché sulle fonti del valore e dei canali di vendita online.

Grazie agli interventi di Giulia Rossi, Digital innovation lead South Europe Aws, e Francesca Pellizzoni, Senior program manager Sbe Amazon, sarà possibile comprendere al meglio gli strumenti offerti da Amazon e Aws per la digitalizzazione delle aziende e per vendere su Amazon.it. Inoltre, Barbara Falcomer, direttrice generale di Valore D, la prima associazione di imprese in Italia, che da oltre dieci anni si impegna per l’equilibrio di genere e per una cultura inclusiva nelle organizzazioni e nel nostro Paese, e Diva Tommei, founder @Solenica, condivideranno “Il valore della diversità” attraverso le loro storie.

“Donne particolarmente colpite dalla crisi: necessario sostenerle”

“L’attuale situazione di emergenza sanitaria in Italia ha investito in modo più pesante le donne – spiega Mariangela Marseglia, Vp Country manager Italia e Spagna per Amazon -. Gli ultimi dati diffusi dall’Istat hanno delineato uno scenario a dir poco preoccupante: lo scorso mese di dicembre, circa 99 mila donne hanno perso il lavoro. È doveroso agire rapidamente e offrire alle donne gli strumenti necessari per cogliere le opportunità esistenti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2