Amazon investe in Veneto: al via tre nuovi depositi di smistamento - CorCom

IL PIANO

Amazon investe in Veneto: al via tre nuovi depositi di smistamento

I nuovi siti, che sorgeranno a Vicenza, Treviso e Riese Pio X (Tv), creeranno oltre 240 posti di lavoro a tempo indeterminato, tra personale interno e di fornitori terzi, e saranno realizzati secondo i più alti standard di sostenibilità. Continua il forte impegno dell’azienda nel nostro Paese

13 Apr 2021

Veronica Balocco

Tre nuovi depositi di smistamento in arrivo, a Vicenza, Treviso e Riese Pio X (Tv). Lo ha annunciato Amazon, spiegando che le nuove strutture saranno operative a partire dal prossimo autunno e serviranno i clienti residenti a Vicenza, Treviso e nelle aree limitrofe. Con l’annuncio delle tre aperture, Amazon incrementa i già cospicui investimenti nella regione. In Veneto, infatti, la società ha già creato oltre 550 posti di lavoro a tempo indeterminato grazie alla presenza di un centro di distribuzione situato tra i comuni di Castelguglielmo e San Bellino, in provincia di Rovigo, e due depositi di smistamento a Verona e Vigonza (Pd).

Sessanta nuovi dipendenti interni

Nei depositi, Amazon creerà oltre 60 posti di lavoro a tempo indeterminato, come personale interno. Inoltre, Amazon Logistics lavorerà con diversi fornitori locali di servizi di consegna, continuando così a investire nella sua rete logistica, migliorando la propria capacità di consegna e soddisfacendo la crescente domanda dei clienti. È quindi previsto che i fornitori di servizi di consegna assumano oltre 180 autisti a tempo indeterminato.

WHITEPAPER
Come cambia il Retail tra ecommerce, piccoli rivenditori e la spinta al cashless
Acquisti/Procurement
Fashion

“In un momento difficile come quello che stiamo vivendo siamo orgogliosi di poter contribuire alla creazione di 240 posti di lavoro a tempo indeterminato grazie all’apertura di questi nuovi depositi – afferma Gabriele Sigismondi, responsabile di Amazon Logistics in Italia -. Amazon e i fornitori di servizi di consegna con cui collaboriamo mettono al primo posto i propri dipendenti offrendo loro un ambiente di lavoro sicuro, moderno e inclusivo, con salari competitivi, benefit e ottime opportunità di crescita professionale. L’emergenza sanitaria tutt’ora in corso ha avuto un grande impatto sulla vita delle persone e crediamo che Amazon abbia fornito e continui a fornire un servizio prezioso ai clienti permettendogli di acquistare e ricevere i prodotti di cui hanno bisogno restando a casa il più possibile, continuando allo stesso tempo a salvaguardare costantemente la sicurezza dei nostri dipendenti e di quelli dei nostri fornitori”.

Selezioni aperte per le posizioni manageriali

A partire da oggi sono aperte le selezioni per le posizioni manageriali, tecniche e per le funzioni di supporto a cui è possibile candidarsi accedendo al sito www.amazon.jobs. Le selezioni per gli operatori di magazzino saranno invece disponibili nelle prossime settimane.

I dipendenti saranno assunti al quinto livello del contratto nazionale del Trasporto e della logistica, con un salario d’ingresso pari a 1.550 euro lordi, tra i più alti del settore, e alcuni benefit che includono sconti per i dipendenti su Amazon.it e un’assicurazione integrativa contro gli infortuni. Amazon offre ai propri dipendenti anche il programma Career Choice, che copre fino al 95% del costo delle rette e dei libri di testo per chi desidera specializzarsi in un ambito specifico frequentando corsi professionali per quattro anni.

I corrieri, invece, saranno assunti da fornitori di servizi di consegne al livello G1 del Ccnl Trasporti e logistica con un salario d’ingresso pari a 1.644 euro lordi al mese per i dipendenti a tempo pieno, e oltre a 300 euro netti mensili come indennità giornaliera.

Strutture sostenibili in linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi

I nuovi depositi saranno realizzati con caratteristiche sostenibili utilizzando materiali di alta qualità progettati per un isolamento ottimale e un’alta efficienza energetica, in linea con The climate pledge cofondato da Amazon e Global optimism, l’impegno a raggiungere zero emissioni di CO2 entro il 2040, con 10 anni di anticipo rispetto all’Accordo di Parigi.

Il deposito di smistamento di Vicenza occuperà una superficie di 7.900 mq e servirà i clienti residenti nella città e nelle aree limitrofe. Nel nuovo centro Amazon creerà 20 posti di lavoro a tempo indeterminato mentre i diversi fornitori locali di servizi di consegna assumeranno circa 90 autisti a tempo indeterminato.
“In un momento in cui l’onda lunga del Covid sta ancora facendo sentire i suoi effetti, alimentando nelle famiglie e nelle imprese legittime preoccupazioni per le ricadute negative della delicata situazione economica conseguente alla pandemia, l’apertura del nuovo polo logistico Amazon a Vicenza lancia un segnale importante di fiducia in termini di occupazione e investimenti e ci fa guardare con rinnovato ottimismo alle prospettive di ripresa e sviluppo del nostro sistema produttivo” afferma il sindaco di Vicenza, Francesco Rucco.
Il nuovo deposito di Vicenza riceverà la certificazione per l’efficienza energetica Breeam. Gli impianti tecnologici forniti sono stati progettati per migliorare l’efficienza energetica dell’intero edificio. Il tetto e il rivestimento sono stati realizzati utilizzando materiali di alta qualità progettati per un isolamento ottimale e un’alta efficienza energetica. Sul tetto sono stati installati pannelli solari fotovoltaici che produrranno 117,25kWp di elettricità. Un sistema Bms (sistema di gestione dell’edificio) monitorerà l’utilizzo di tutte le strumentazioni presenti all’interno del deposito, permettendo di mantenere livelli costanti di risparmio energetico. Il deposito sarà dotato di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici che agevoleranno le modalità di trasporto a emissioni zero. Inoltre, sono state realizzate canaline interrate per garantire la possibilità di installazione della ricarica elettrica su tutti i posti auto.

Il deposito di smistamento di Treviso servirà invece i clienti residenti a Treviso e nelle aree limitrofe e porterà alla creazione di circa 20 posti di lavoro a tempo indeterminato per operatori di magazzino assunti da Amazon. Inoltre i fornitori di servizi di consegna di Amazon Logistics assumeranno circa 40 autisti a tempo indeterminato. Il progetto del nuovo deposito di Treviso da oltre 5.000 metri quadri sarà realizzato nell’area mercato ortofrutta, riqualificando un’area dismessa, e la nuova struttura riceverà la certificazione Breeam per l’efficienza energetica, con l’obiettivo di perseguire il livello “Very good”.
Per le coperture e il rivestimento verranno utilizzati materiali di alta qualità, al fine di raggiungere elevati standard di isolamento termico ed efficienza energetica. Sul tetto sarà installato un impianto di pannelli solari fotovoltaici che produrrà 65 kW di elettricità e l’illuminazione del magazzino sarà fornita da un sistema di illuminazione a led a risparmio energetico. Rispetto ai capannoni più comuni, l’illuminazione naturale è stata aumentata del 20% con l’introduzione di lucernari a triplo vetro e l’incorporazione di finestre a nastro lungo i muri perimetrali dell’edificio. Un sistema Bms (sistema di gestione dell’edificio) monitorerà l’utilizzo di tutte le strumentazioni presenti all’interno del deposito, permettendo di mantenere livelli costanti di risparmio energetico.

Il deposito di smistamento di Riese Pio X (Tv) servirà i clienti residenti in provincia di Treviso e coprirà un’area di oltre 4.500 mq. In questo deposito Amazon creerà oltre 20 posti di lavoro a tempo indeterminato mentre è previsto che i fornitori di servizi di consegna assumano oltre 50 autisti a tempo indeterminato. “Ogni nuova attività che apre e si insedia a Riese Pio X è per noi motivo di soddisfazione perché dimostra che questo territorio ha la capacità di attirare investimenti ed è quindi motivo di speranza per la crescita e lo sviluppo della nostra comunità. Auspichiamo che l’arrivo di Amazon, una delle principali realtà economiche mondiali, attraverso una logistica di ultimo miglio moderna e rispondente ai più avanzati criteri di sostenibilità energetica ed ambientale crei esternalità positive per la comunità, in primis attraverso la creazione di nuovi posti di lavoro, ma anche dialogando e collaborando a vari livelli con le attività industriali e commerciali già presenti sul territorio”, ha commentato il sindaco di Riese Pio X, Matteo Guidolin.
Anche il nuovo deposito di Riese Pio X è stato progettato all’insegna della sostenibilità. Sul tetto verranno installati oltre 380 mq di pannelli solari fotovoltaici che produrranno circa 72kWp di energia elettrica e l’intero magazzino utilizzerà ampiamente illuminazione a led. La presenza di numerose finestre e lucernari fornirà l’illuminazione naturale che, ove necessario, sarà bilanciata in modo uniforme con quella artificiale. Un sistema Bms (sistema di gestione dell’edificio) monitorerà l’utilizzo di tutte le strumentazioni presenti all’interno del deposito, permettendo di mantenere livelli costanti di risparmio energetico. L’edificio, inoltre, sarà dotato di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici che agevoleranno le modalità di trasporto a emissioni zero.

Alla ricerca di partner per il Delivery “ultimo miglio”

Per questi nuovi depositi, Amazon è alla ricerca di imprenditori che vogliano entrare a far parte del programma Delivery service partner e avviare la propria azienda di consegne di ultimo miglio. Nell’ambito di questo programma, gli aspiranti imprenditori potranno creare e gestire la propria attività di servizi di consegna direttamente dal deposito di smistamento Amazon della loro città, avvalendosi di un pacchetto di servizi offerti da fornitori terzi specializzati a condizioni economiche dedicate e della tecnologia e dell’esperienza logistica di Amazon. Inoltre, Amazon ha recentemente annunciato un’iniziativa a sostegno della parità di genere nel settore della logistica, grazie allo stanziamento di un fondo di 500.000 euro rivolto alle donne, le aspiranti imprenditrici potranno beneficiare di incentivi supplementari per coprire i costi di avviamento, in aggiunta alle agevolazioni già previste dal programma.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4