Smart working, in Digital360 è il new normal: "Engagement e senso di appartenza" - CorCom

LAVORO

Smart working, in Digital360 è il new normal: “Engagement e senso di appartenza”

La società prosegue in modalità “full” con soluzioni innovative per dipendenti e collaboratori: favorite efficacia e produttività, ma anche il coinvolgimento, la socializzazione e l’apprendimento continuo

10 Nov 2020

Veronica Balocco

Il full smart working avviato agli inizi di marzo, all’esordio dell’emergenza sanitaria, è ormai diventato il New Normal per Digital360 spa, società quotata sul mercato Aim Italia: il Gruppo prosegue infatti le proprie attività in modalità agile per tutti i suoi collaboratori, con l’obiettivo di garantire insieme, da una parte, continuità ed efficacia di business, dall’altra, distanziamento sociale e sicurezza, utilizzando modalità di lavoro e strumenti digitali innovativi per favorire l’engagement, la socializzazione e l’apprendimento delle persone.

Beaconforce per misurare i livelli di coinvolgimento

Allo scopo di monitorare il livello di engagement della popolazione aziendale e supportare i responsabili delle unità operative nel miglioramento della relazione responsabile-collaboratore a distanza, rendendo più efficiente ed efficace il lavoro di dipendenti e collaboratori, negli scorsi mesi Digital360 ha introdotto Beaconforce, una piattaforma di people management che combina intelligenza artificiale e scienze comportamentali per fornire un termometro tempestivo dei livelli di coinvolgimento delle persone. Grazie a questo strumento, oggi i responsabili dei diversi team possono conoscere in tempo reale la motivazione dei vari gruppi di lavoro, individuando fin dall’inizio eventuali segnali deboli che richiedano una gestione ad hoc.

Piattaforme di collaboration per semplificare i confronti

Inoltre, per supportare la comunicazione interna, la socializzazione tra i colleghi, la condivisione di best practice e la contaminazione tra le diverse anime dell’organizzazione, la società ha introdotto Facebook Workplace, piattaforma di collaborazione innovativa e user friendly, che collega tutte le persone dell’azienda semplificando il confronto a distanza.
Ma non è tutto. Per favorire l’apprendimento continuo delle persone sui tutti i temi più significativi della trasformazione digitale e sugli scenari di attualità legati all’emergenza sanitaria, e per migliorare le competenze e le conoscenze di ogni profilo, Digital360 ha reso disponibile alle persone i contenuti della sua piattaforma di smart learning 360DigitalSkill, che include centinaia di video-clip.

Smart working positivo per il 92% dei lavoratori

WHITEPAPER
Come dotare i dipendenti di una connettività enterprise in pochi step?
Networking
Telco

Secondo l’ultima survey interna relativa all’andamento dello smart working, l’87% dei lavoratori di Digital360 considera l’efficacia lavorativa “invariata” o “migliorata” rispetto al lavoro in presenza, mentre l’82% ritiene uguale o migliorata anche l’interazione con il proprio responsabile e i colleghi. La quasi totalità dei lavoratori della società, il 92%, valuta l’esperienza dello smart working “positiva” o “molto positiva” e ritiene che alla fine dell’emergenza non si debba tornare indietro, ma rivedere il modo di lavorare tenendone conto.

Il Ceo Faggioli: “Senso di appartenenza ed engagement al primo posto”

“L’esperienza di full smart working imposta dall’emergenza sanitaria negli scorsi mesi è stata un successo, ci ha consentito di sperimentare nuovi metodi di lavoro più efficaci e produttivi abilitati dagli strumenti digitali che abbiamo deciso di continuare a utilizzare anche nel new normal – dice Gabriele Faggioli, Ceo di Digital360 -. Sono diversi mesi che i colleghi non si vedono più fisicamente in ufficio e per sopperire alla mancanza di quel ‘confronto sia formale che informale’ fondamentale nelle organizzazioni, ci siamo posti l’obiettivo di mantenere il senso di appartenenza e l’engagement delle nostre persone, favorendo nel contempo l’apprendimento e il miglioramento continuo, con molteplici iniziative che si sono rivelate di grande efficacia e che intendiamo da un lato proseguire nei prossimi mesi e dall’altro mettere a disposizione dei nostri clienti per migliorare l’efficacia dei loro processi produttivi, per limitare i costi e, anche, per indirizzare al meglio gli investimenti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4