Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL PIANO DI ESPANSIONE

Deliveroo “apre” in 6 nuove città e cerca 120 rider

Salgono a 75 le location in cui è attiva la piattaforma per ordinare cibo a domicilio. Taglio del nastro a Foggia, Arezzo, Lucca, Carpi, Imola e Sassuolo

17 Apr 2019

Enzo Lima

Foggia, Arezzo, Lucca, Carpi, Imola e Sassuolo: sono queste le 6 città in cui ha deciso di investire Deliveroo – uno dei grandi protagonisti dell’online food delivery  -nell’ambito del proprio piano di espansione. Salgono dunque a 75 le città dove è possibile ordinare cibo a domicilio in appena 30 minuti.

“Siamo orgogliosi ed entusiasti di essere arrivati in nuove città che offrono un’ampia e variegata offerta gastronomica. Non vediamo l’ora di collaborare con i nostri nuovi ristoranti partner per consentire loro di raggiungere nuovi clienti e far crescere il loro business” commenta Matteo Sarzana, General Manager di Deliveroo Italia. “Siamo certi – aggiunge il manager – che i consumatori apprezzeranno la qualità e la comodità del nostro servizio e gusteranno a domicilio i piatti della ricca cucina tipica locale e le specialità di cucine straniere presenti sulla nostra piattaforma”.

L’azienda ha reso noto che collaborerà con più di 70 nuovi ristoranti partner: con Deliveroo – sottolinea l’azienda in una nota – è possibile aumentare il proprio fatturato fino al 30%, una tendenza dimostrata anche dal Rapporto Ristorazione 2018 della Fipe, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi. Secondo il rapporto – evidenzia Deliveroo – il food delivery contribuisce significativamente alla crescita della ristorazione italiana, e vale già 350 milioni di euro (dato 2018, +69% rispetto al 2017), senza alcuna sovrapposizione con il business tradizionale dei ristoranti, completando la tradizionale offerta rivolta ai consumatori. Fra i partner di Deliveroo c’è anche McDonald’s: grazie al servizio McDelivery è possibile ordinare e ricevere a domicilio tutti i più celebri menu del fast food.

Deliveroo ha annunciato anche di essere alla ricerca di 120 nuovi rider per avviare il servizio nelle sei nuove locationA Foggia, Arezzo e Lucca il servizio è già attivo da alcuni giorni mentre e in settimana sarà esteso nelle tre città dell’Emilia Romagna, Carpi, Imola e Sassuolo.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

D
deliveroo

Approfondimenti

D
deliveroo

Articolo 1 di 4