BANDI E GARE

Appalti pubblici, si amplia l’orizzonte dell’e-procurement: via alla nuova offerta Consip

Pubbliche amministrazioni e imprese potranno utilizzare i bandi Mepa e la piattaforma di approvvigionamento elettronico per le gare in modalità Asp. I servizi operativi per tutte le tipologie di lavori: finora era inclusa solo la manutenzione

20 Gen 2022

Veronica Balocco

Consip estende la propria offerta nel settore dei lavori pubblici, un mercato che nel 2020 (fonte Anac) ha fatto registrare circa 50mila procedure di acquisto (97% sotto soglia comunitaria) per un importo complessivo di quasi 53 miliardi di euro (30% sotto soglia), offrendo ad amministrazioni e imprese due nuove modalità digitali di acquisto.

Si ampliano le applicazioni del Mepa: non più solo manutenzioni

La prima è l’ampliamento dei bandi del mercato elettronico della Pa (Mepa), attivi dal 2016 e finora dedicati ai soli lavori di manutenzione, a tutte le tipologie di lavori pubblici, incluse le nuove opere. A partire dalla data odierna, le amministrazioni potranno svolgere negoziazioni con i fornitori abilitati da Consip (quasi 42mila) fino a un valore massimo di 5,38 mln/€ (soglia comunitaria prorogata fino al 30/06/2023 dal cd. DL “Semplificazioni-bis”). Con l’occasione, le 47 categorie Soa (tra opere generali e specializzate) già presenti sul Mepa, saranno integrate con le ultime 5 Soa mancanti (OS: 13, 18A, 18B, 23 e 32). L’estensione consentirà alle Pa, tra l’altro, di acquisire strutture prefabbricate in cemento armato, di realizzare componenti strutturali in acciaio o metallo e di appaltare la demolizione di opere. Infine, da quest’anno sarà per la prima volta possibile bandire sul Mepa anche concessioni di servizi.

dal 14 al 17 giugno 2022
FORUM PA 2022: Il PNRR per una PA sostenibile: efficientamento energetico ed energy management
Acquisti/Procurement
Datacenter

Piattaforma di e-procurement per le gare in Asp

La seconda è l’estensione dell’utilizzo delle gare in Asp (Application service provider), ovvero le gare sopra/sotto soglia comunitaria bandite autonomamente dalle Pa, con il supporto tecnico-operativo di Consip, avvalendosi a titolo gratuito della piattaforma di e-procurement Mef/Consip a tutti i lavori pubblici e alle concessioni di servizi. Nel biennio 2020-21 è già stata effettuata con successo una sperimentazione: svolte 68 gare per lavori (da 14 stazioni appaltanti, per un importo complessivo di circa 193 mln/€) e 73 gare per concessioni (da 16 stazioni appaltanti per un importo complessivo di circa 163 mln/€). Entrambe le iniziative offrono a Pa e imprese il vantaggio di utilizzare un’unica piattaforma per tutte le tipologie di approvvigionamenti, individuando di volta in volta lo strumento e la procedura più idonea tra quelle disponibili.

@RIPRODUZIONE RISERVATA