Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

La Cina accelera sul 5G: assegnate le licenze commerciali ai tre big delle Tlc

Il ministero dell’Industria e IT anticipa il rilascio dei permessi a China Mobile, China Telecom, China Unicom. Huawei e Zte: “Pronti alla sfida”

06 Giu 2019

L. O.

Accelerazione 5G in Cina. A sorpresa, il governo dà il via libera alle prime licenze commerciali per i principali operatori Tlc – China Mobile, China Telecom, China Unicom – e per la compagnia di reti via cavo China Broadcasting Network. “L’operazione segna l’ingresso ufficiale della Cina nell’era dei 5G – dicono Huawei e Zte -. Sosterremo pienamente gli operatori cinesi nella distribuzione delle loro reti di nuova generazione”.

Si tratta di un nuovo passo avanti del Paese verso il 5G nonostante la guerra commerciale con Washington. Alla cerimonia di rilascio della licenza, il presidente di China Mobile Yang Jie ha parlato del rilascio di licenze come di “una misura importante per lanciare la Cina come superpotenza di internet trasportandola verso un’economia guidata dalla tecnologia digitale”.

Si tratta di un cambio di passo: in precedenza il ministero aveva annunciato che le licenze sarebbero state rilasciate nella seconda metà dell’anno.

Si prevede che il 5G genererà 6,3 miliardi di CNY (947 miliardi di dollari) e 8 milioni di posti di lavoro in Cina entro il 2030, secondo un white paper pubblicato dalla China Academy of Information and Communications Technology.

Oltre alle licenze China Mobile ha ottenuto il permesso di estendere l’ambito operativo di tutte le attività Lte. China Mobile prevede di concentrarsi sull’implementazione del piano “5G +” e continuerà a collaborare con gli operatori del settore nella pianificazione e promozione dello sviluppo 5G in tutto il paese. China Telecom annuncia di voler accelerare la commercializzazione del 5G, attraverso la co-costruzione e la condivisione delle reti 5G per ridurre i costi di costruzione e manutenzione della rete.

Per quanto riguarda China Unicom il ministero ha concesso l’autorizzazione a collaborare con China United Network Communications per gestire il servizio di comunicazioni mobili 5G su tutto il territorio nazionale in Cina.

Huawei, dall’aprile 2018, ha effettuato test commerciali 5G in 40 città con i tre principali operatori cinesi e conta attualmente 46 contratti commerciali in 5G in 30 Paesi. Ha consegnato circa 100.000 stazioni base mobili 5G in tutto il mondo. La concorrente Zte è “completamente preparata” alla sfida commerciale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

Y
Yang Jie

Aziende

H
Huawei
Z
zte

Approfondimenti

5
5g
C
cina
U
usa-cina

Articolo 1 di 2