ANTEPRIMA CORCOM

Super Rete Wind Tre, Hanssen: “Fine lavori entro primo trimestre”

L’annuncio del Cto della telco guidata da Jeffrey Hedberg: “Realizzati importanti investimenti per il consolidamento del network”. 20mila siti di trasmissione in tecnologia ‘5G-ready’. Win-win l’accordo con Fastweb: “Rapida realizzazione della rete e servizi di nuova generazione”

13 Gen 2020

Mila Fiordalisi

Direttore

Il completamento della Super Rete a livello nazionale è previsto nel primo trimestre del 2020”: è quanto annuncia a CorCom il Cto di Wind Tre Benoit Hanssen. “Nell’ambito della telefonia mobile – ha detto il Direttore Hanssen – Wind Tre ha realizzato importanti investimenti nel processo di consolidamento della cosiddetta ‘Super Rete’, attraverso un network capillare e resiliente costituito da circa 20mila siti di trasmissione in tecnologia ‘5G-ready’. L’obiettivo è quello di fornire servizi innovativi, di elevata qualità, e una connessione sempre più veloce”. I clienti Wind Tre – puntualizza il Cto dell’azienda guidata da Jeffrey Hedberg – possono già beneficiare della ‘Super Rete’ “perché il processo di consolidamento è oramai in fase conclusiva sul territorio nazionale”.

In dettaglio per incrementare la capacità e la velocità di trasmissione dati, inizialmente Wind Tre impiegherà una rete con architettura Non-Standalone (Nsa), che permetterà di fare leva sulla tecnologia Lte e consentirà una graduale introduzione del 5G. “In seguito, una volta completato il processo di standardizzazione delle tecnologie – puntualizza il manager – la rete evolverà nell’ottica di supportare architetture Standalone (SA)”.

Riguardo all’intesa siglata con Fastweb per il network sharing Hanssen sottolinea i benefici derivanti sia in termini di “rapida realizzazione di una rete 5G condivisa” sia di “erogazione di servizi mobili di nuova generazione ad elevate prestazioni per i rispettivi clienti dei due operatori”. Wind Tre, in particolare, gestirà la rete 5G – conclude Benoit Hanssen “e le due aziende rimarranno completamente indipendenti, sia per gli aspetti commerciali sia operativi, nell’utilizzo della nuova infrastruttura condivisa”.

WHITEPAPER
Wi-Fi o 5G per le imprese? Una guida spiega cosa (e come) scegliere
Personal Computing
Telco

L’azienda guidata da Hedberg è inoltre protagonista del progetto 5G della Siae che si è appena aggiudicato i finanziamenti Mise nell’ambito del bando dedicato a sostenere iniziative innovative nel campo della ricerca e dello sviluppo di tecnologie emergenti. Progetto che si è classificato al primo posto a pari merito con quello dell’Università di Cassino. “Nell’era degli ecosistemi 5G, il ruolo dell’operatore di tlc non è più solo quello di fornire connettività, ma anche, e soprattutto, quello di proporsi come abilitatore di servizi innovativi. Il nostro progetto vincente, infatti, denominato ‘Gestione dei diritti d’autore su reti 5G con Blockchain’ rientra nel programma avviato da Siae sullo studio dell’applicazione della tecnologia blockchain alla gestione del diritto d’autore. In questo contesto, Wind Tre fornirà le risorse di rete necessarie per implementare meccanismi di transazione automatizzati”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5