L'OPERAZIONE

Retelit e Irideos più “forti”: spinta a fibra e data center

Marguerite vende la sua partecipazione in Irideos per reinvestire in Marbles, la holding che detiene il 100% di Retelit e una quota del 98% di Irideos. Obiettivo: dare vita al più grande provider alternativo di accesso e connettività B2B in Italia con una rete di 42.000 km in fibra e 34 data center

03 Nov 2022

Patrizia Licata

giornalista

banda larga, fibra, internet

Il fondo infrastrutturale pan-europeo Marguerite e Asterion industrial partners, private equity firm indipendente, hanno siglato un accordo che prevede la vendita a Marbles (società controllata da Asterion) da parte di Marguerite della quota del 19,6% del capitale di Irideos (operatore italiano di infrastrutture digitali) e il contestuale reinvestimento dei proventi in Marbles, che a questo punto detiene il 100% di Retelit e il 98% di Irideos. Marbles aveva già firmato con F2i un contratto per l’acquisizione di una quota del 78,4% di Irideos.

Con questa operazione Asterion e Marguerite mirano a consolidare le posizioni di Retelit e Irideos nel settore delle telecomunicazioni italiano fondendo le due attività altamente complementari e creando il più significativo fornitore alternativo di accesso all’ingrosso e connettività B2B in Italia con una rete in fibra di 42.000 km e 34 data center.

Un big delle telecomunicazioni B2B

“Siamo entusiasti della prospettiva di entrare a far parte di Asterion per creare un leader di mercato nel settore B2B delle telecomunicazioni italiano, capitalizzando le sinergie e le opportunità di creazione di valore attraverso la combinazione di queste due società”, ha affermato Michael Dedieu, managing partner di Marguerite. “Stiamo investendo nella piattaforma che aggrega Irideos e Retelit poiché crediamo che questa combinazione creerà un player più forte e genererà valore aggiuntivo”.

WHITEPAPER
Smart building: una guida per semplificare la progettazione della rete

Retelit, acquisita da Asterion e ritirata dalla Borsa di Milano nel novembre 2021, è uno dei principali fornitori indipendenti all’ingrosso di servizi in fibra in Italia, con una piattaforma di circa 15.000 km di fibra, comprese reti metropolitane nelle 14 maggiori città, oltre a 19 data center. Offre accesso all’ingrosso, connettività B2B e soluzioni e servizi Ict a clienti che vanno dalle grandi telco alle pmi.

Irideos è uno dei maggiori operatori italiani di infrastrutture digitali che offre connettività, data center e soluzioni cloud attraverso una rete di 27.000 km in fibra ottica lungo le autostrade, la costa adriatica, le aree metropolitane e 15 data center. Il centro dati chiave dell’azienda è l’Avalon Campus, il più grande hub di interconnessione italiano strategicamente situato nella stessa posizione dell’Internet exchange di Milano. Marguerite è un’investitore in Irideos dal 2017.

Spinta alla Gigabit society italiana

Guido Mitrani, socio fondatore di Asterion Industrial Partners, ha commentato: “Siamo lieti che Marguerite si unisca a noi in questa opportunità per creare il più grande fornitore alternativo di accesso all’ingrosso e connettività B2B in Italia, sfruttando le nostre conoscenze industriali. Questa piattaforma integra ulteriormente la nostra esposizione all’Italia e al settore delle telecomunicazioni e ci allinea ulteriormente con il nostro obiettivo di aiutare a colmare il divario digitale nelle nostre aree geografiche principali, fornendo al contempo una base critica per lo sviluppo della società Gigabit”.

La transazione, il cui valore non è stato divulgato, è soggetta a liquidazione da parte delle autorità competenti. Il completamento è previsto nel quarto trimestre del 2022.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

I
irideos
R
Retelit

Approfondimenti

B
B2B
D
data center
F
fibra

Articolo 1 di 5